Ti piacerebbe imparare uno strumento e ti chiedi se dovresti iniziare a suonare? Allora sei proprio qui! Ti presenteremo i fatti, i vantaggi e gli accessori più importanti per il violino e ti daremo alcuni consigli pratici lungo il percorso.

Perché imparare a suonare il violino?

Il violino è uno strumento fantastico e versatile! Ma perché esattamente dovresti iniziare a suonare il violino?
Il motivo principale per iniziare a suonare dovrebbe ovviamente essere sempre il divertimento e l’amore per la musica. Ma oltre a questo, ci sono altri motivi che parlano a favore del suonare il violino.

Un grande vantaggio, ad esempio, è che il violino suona bene come strumento solista, ma anche in gruppo. Così puoi fare musica da solo così come con gli altri.
È anche molto conveniente che il violino sia così piccolo. A differenza del pianoforte, ad esempio, il violino non occupa molto spazio in una stanza ed è molto facile da trasportare.
È stato anche dimostrato che suonare il violino può migliorare le capacità motorie e la coordinazione, soprattutto nei bambini.

Il violino ha la reputazione di essere molto difficile da imparare. Questo è probabilmente perché in realtà ci vuole un millimetro per colpire le note giuste. Ma una volta che ci si prende dimestichezza, tutto va da sé ad un certo punto. Il motto qui è: “La pratica rende perfetti”.

Ci sono, ovviamente, molti altri motivi individuali per iniziare a suonare il violino. Ad esempio, ho voluto iniziare allora perché anche il mio personaggio preferito suonava il violino in un libro.

Il violino – una breve panoramica storica

Il violino come lo conosciamo oggi è stato sviluppato intorno al XVI secolo.
Ovviamente c’erano modelli precedenti simili prima. L’obiettivo principale dell’ulteriore sviluppo a quel tempo era quello di rendere il suono del violino un po’ più forte in modo che potesse essere utilizzato anche in un’orchestra.

Famosi liutai come Stradivari hanno avuto un ruolo attivo nella costruzione del violino.
La struttura di base del violino è rimasta quasi la stessa fino ad oggi.

Costruzione del violino

Un violino classico è per lo più fatto di legno. Per avere un’idea approssimativa di come è costruito un violino, iniziamo sopra:

collo di violino

L’intera parte superiore del violino è chiamata collo. Questo può quindi essere suddiviso in più parti.

Costruzione del violino

Costruire un violino

Proprio in cima c’è la lumaca. Questo è il nome dell’elemento decorativo attorcigliato nella parte superiore del violino. Risale al periodo barocco.
I pioli nella cassetta dei pioli si trovano sotto.

Le corde del violino sono attaccate ai piroli. Ci sono quattro corde con i toni di base G, D, A e E. Puoi stringere i lati ruotando i pioli. Più stretta è la pagina, più alto è il tono. Quindi i vortici sono importanti per la messa a punto.

Poi arriva la tastiera sotto. Questa è la parte del violino su cui verranno successivamente posizionate le dita.

Un piccolo ponte d’asino per ricordare meglio le corde del violino (da sinistra a destra): Geh Dtu UNltro Ecellula

Korpus

Il corpo del violino è il corpo sonoro. Le vibrazioni delle corde sono amplificate da esso, che è ciò che rende il suono eccezionale del violino.

Gli slot a destra e a sinistra delle corde sono chiamati F-holes. Questi migliorano la qualità del suono del violino, poiché l’aria all’interno può quindi circolare meglio.

Le corde sono guidate sul ponticello di legno nella parte inferiore del violino. Questo ha piccole tacche in modo che ogni stringa rimanga in posizione e venga mantenuta la spaziatura corretta.

Quattro meccaniche fini sono attaccate alla cosiddetta cordiera, la parte nera del violino dove terminano le corde. Questi possono anche influenzare l’accordatura delle corde, ma, come suggerisce il nome, sono anche più fini dei piroli.

Infine, in basso c’è la mentoniera sul violino. Lì riposi il mento mentre giochi. Le mentoniere sono disponibili in diverse versioni in modo che tutti possano trovare la mentoniera con cui tenere al meglio il violino.

Quando iniziare

Per anticiparlo: puoi iniziare a suonare il violino a qualsiasi età!
A seconda della scuola di musica, i bambini possono iniziare a imparare lo strumento che preferiscono a partire dai 4 anni circa. Ma è possibile iscriversi anche in un secondo momento senza problemi!

Personalmente, ho iniziato a suonare il violino quando avevo sei anni. Prima di allora, ho preso parte per un anno alla “educazione musicale precoce”, dove hai avuto l’opportunità di provare diversi strumenti.

“Se non hai imparato uno strumento da bambino, non puoi rimediare neanche da adulto”… Purtroppo molti adulti pensano così o qualcosa del genere, il che poi impedisce loro di trovare un nuovo hobby. Non è vero! Anche gli adulti senza alcuna esperienza precedente possono conoscere e amare il violino da zero.

Le lezioni di musica sono ovviamente adattate all’età, quindi non devi preoccuparti di essere trattato improvvisamente di nuovo come un bambino di cinque anni.

Primo piano di un violino

Il violino è uno strumento bellissimo che si impara a qualsiasi età

Le diverse forme di insegnamento

Qual è la forma migliore per prendere lezioni di violino?

Lezioni di gruppo

Soprattutto per i bambini, molte scuole di musica offrono inizialmente lezioni di gruppo con altri bambini. I gruppi di solito sono composti da 2-4 bambini. Questo ha il vantaggio che i bambini possono motivarsi a vicenda, fare musica insieme e divertirsi. Per l’insegnante di musica ha anche il vantaggio di poter insegnare a più bambini le basi contemporaneamente, che comunque sono uguali per tutti.

Per i primi due anni sono stata in un gruppo con altri tre bambini, che poi si è diviso in due gruppi da due.

Lezioni individuali

Dopo altri due anni, il nostro insegnante di violino ha suggerito di passare alle lezioni individuali. Dopo alcuni anni questo di solito ha più senso per loro, poiché i livelli di rendimento degli studenti di solito differiscono. Inoltre, gli insegnanti hanno poi l’opportunità di rispondere in modo più preciso e individuale ai problemi e ai desideri del singolo, in modo che tutti siano supportati nel miglior modo possibile.

Se hai già esperienza o hai appena iniziato a insegnare da adolescente o adulto, può essere utile anche essere supervisionato 1 a 1 fin dall’inizio.

onlineunterricht

C’è ovviamente la possibilità di imparare a suonare il violino da soli con l’aiuto di corsi online e tutorial video.

Imparare le basi in questo modo fin dall’inizio è molto complicato e difficile per me. Inoltre, potrebbero insinuarsi rapidamente errori fondamentali, che poi si solidificano nel tempo, dal momento che non hai nessuno che ti segnali questi errori.

Ma se sai già suonare il violino e vuoi continuare la tua formazione o vuoi ricominciare dopo una lunga pausa, anche i corsi online possono essere un’opzione.

Diverse dimensioni di violini

Poiché ci sono violinisti di diverse dimensioni, ovviamente devono esserci anche violini di dimensioni diverse. Il “violino standard”, cioè il violino più grande, è il cosiddetto violino 4/4. I violini più piccoli vengono quindi dati come gradazioni. Questi sono spiegati più dettagliatamente nella tabella seguente.

La dimensione del violino di cui hai bisogno dipende principalmente dalla lunghezza del braccio del musicista. In questa tabella abbiamo dato un orientamento approssimativo. La cosa migliore da fare è chiedere consiglio prima di acquistare un violino.

Dimensione del violino Lunghezza del braccio in mm Alter
1/16 Quello. 350-430 3-5 anni
1/8 Quello. 430-445 4-6 anni
1/4 Quello. 445-500 5-7 anni
1/2 Quello. 500-560 6-8 anni
3/4 Quello. 560-600 7-10 anni
4/4ab ab ca. 600 da 9 anni

Tuttavia, i piccoli violini hanno lo svantaggio di non poter produrre suoni belli come quelli più grandi a causa del loro piccolo volume.

Il primo violino

Quando iniziare se vuoi imparare a suonare il violino, ovviamente ti serve anche uno strumento. Poiché i buoni violini possono essere molto costosi, dovresti prima considerare se ha senso acquistare direttamente il tuo violino.

Per iniziare, molti negozi di strumenti, scuole di musica o persino negozi online offrono il noleggio di violini. Quindi paghi una piccola somma ogni mese e puoi provare in pace se il violino ti porterà piacere a lungo termine. Se sei sicuro, puoi spesso acquistare lo strumento corrispondente.

Soprattutto con i bambini piccoli sarebbe uno spreco di denaro comprare direttamente un violino. Poiché questi sono ancora in crescita e quindi hanno comunque bisogno di un nuovo violino ogni pochi anni, il prestito è la soluzione ottimale qui.

Se sei sicuro che sarebbe più conveniente acquistare il tuo violino a lungo termine (di solito questo accade solo dopo diversi anni), puoi andare direttamente in un negozio di musica e farti consigliare lì. Ha anche il vantaggio di poter provare direttamente diversi strumenti.

È anche possibile ordinare i violini online. Ovviamente è importante che tu scopra in anticipo quale violino vorresti avere. Assicurati anche di poter rispedire il tuo strumento se trovi, ad esempio, che non ti piace il suono.

violini

C’è un violino adatto a tutti

Accessori per violino

Oltre al violino stesso, hai bisogno di alcuni accessori per iniziare subito:

Il libro

Probabilmente l’accessorio più ovvio è ovviamente l’arco del violino. Certo, non puoi suonare il violino senza di lui. L’arco è costituito da un’asta dell’arco ed è teso con crine (di cavallo). I capelli possono essere tirati e rilassati con un semplice meccanismo di torsione, a seconda che si utilizzi o meno il fiocco.

A proposito: l’estremità superiore dell’arco è chiamata “punta” e l’estremità inferiore è chiamata “rana”

Poggiaspalle

La spalliera può essere fissata alla parte inferiore del violino, cioè dove in seguito posizionerai il violino sulla spalla. È imbottito e assicura che il violino sia tenuto in modo ottimale tra spalla e mento.

Custodia per violino

Una custodia per violino è essenziale per riporre e trasportare in sicurezza il violino. La scatola deve essere stabile e ben imbottita. Offre anche spazio per il violino, uno o più archi. A seconda del modello è presente anche un piccolo scomparto per accessori come matite o anche una tasca esterna in cui trova spazio per gli appunti.

Inoltre, le custodie per violino hanno diverse cinghie in modo da poter appendere il violino sulla spalla.

colofonia

La colofonia, nota anche come resina dell’arco, è composta dalla resina degli alberi. Deve essere applicato regolarmente alle corde dell’arco, perché questo dà loro una migliore adesione ai lati, che a sua volta garantisce toni più sonori.
La frequenza esatta con cui devi applicare la colofonia dipende sempre da quanto giochi.

Sintonizzatore

È meglio accordare i violini prima di ogni partita, poiché le fluttuazioni di temperatura, ad esempio, possono influenzare rapidamente il violino. Poiché pochissimi principianti possono sentire se una corda è accordata senza aiuto, dovresti comprare un accordatore. Questo mostra se la pagina è sintonizzata correttamente, troppo bassa o troppo alta, in modo che tu possa correggerla senza problemi.

Pezza per pulire

Il violino si sporca rapidamente, principalmente a causa della colofonia, che viene rimossa suonando, ma anche a causa della normale polvere quando il violino è in giro aperto. Pertanto, dovresti sempre avere un panno morbido a portata di mano in modo da poter pulire regolarmente il violino.

Attenzione: Sotto le corde, sotto la tastiera e anche in altre aree difficili da raggiungere, necessita di pulizia

Leggio

I leggii non sono necessari per suonare il violino, ma la maggior parte dei violinisti li ha a casa. Con un leggio puoi sempre posizionare la musica all’altezza degli occhi. Ciò è particolarmente utile se hai una buona postura quando suoni il violino, poiché non devi chinarti per vedere le note su un tavolo, ad esempio.

Generi musicali

La cosa grandiosa del violino è che puoi suonare diversi pezzi di diversi stili musicali su di esso. Oltre ai classici come Mozart o Vivaldi, puoi anche suonare al violino brani pop moderni, canti natalizi, brani rock o musica da film. Ci sono anche numerosi arrangiamenti più facili di pezzi famosi per principianti.

Molti libri di musica sono venduti insieme a un CD di accompagnamento, che supporta il lettore e aggiunge un sottofondo alla musica.

Un artista che dimostra ancora e ancora quanto versatile possa essere la musica per violino è David Garret. Una selezione da Beethoven ai Nirvana si trova nei suoi album. Ecco un piccolo esempio:

Violino in orchestra

Anche il violino svolge un ruolo importante nell’orchestra. Nella maggior parte dei brani orchestrali, il primo violino suona la parte melodica, cioè la parte principale.
Anche i violini sono divisi in più voci: i primi violini danno il tono e i secondi violini forniscono supporto con accompagnamento e musica di sottofondo.

Una volta apprese le basi del violino, ci sono anche numerosi programmi orchestrali per principianti. Io stesso suonavo nell’orchestra della mia scuola di musica e nell’orchestra della scuola. Conosci nuovi pezzi, impari a conoscere il suono del tuo violino con altri strumenti e puoi semplicemente divertirti a suonarlo. Perché la cosa migliore dell’orchestra è: se ti perdi, nel migliore dei casi nessuno se ne accorgerà.

Violino in orchestra

Il violino ha un ruolo importante nell’orchestra

Suggerimenti per la pratica

Con il violino, come con la maggior parte degli altri strumenti, si applica il principio “la pratica rende perfetti”. Perché siamo onesti, non colpirai tutte le note fin dall’inizio e non sarai nemmeno in grado di suonare le sinfonie all’inizio. Ma sarai in grado di farlo se ti attieni! Quindi la cosa più importante è non essere delusi se tutto non funziona fin dall’inizio.

Anche la pratica regolare del violino è molto importante. Ad esempio, se prendi lezioni di violino una volta alla settimana e poi pratichi ciò di cui hai discusso a casa per i prossimi giorni, hai già una buona base. Ovviamente sarebbe meglio se passassi qualche minuto a suonare il violino ogni giorno, ma non deve essere nemmeno così. Quindi non stressarti inutilmente. Giocare è ancora un hobby e dovrebbe essere divertente.

Naturalmente, può anche capitare che tu non abbia proprio voglia di esercitarti. Anche queste fasi sono del tutto normali. Allora è meglio superare il tuo io più debole e iniziare. E vedrai, una volta che avrai il violino in mano, tornerà anche la motivazione.

E, ultimo ma non meno importante: non metterti sotto pressione confrontandoti con gli altri. Anche se hai bisogno di qualche settimana in più prima che il nuovo pezzo funzioni senza errori, è comunque un grande successo. Trova il ritmo con cui ti senti più a tuo agio e divertiti!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.