Non a caso il pianoforte a coda è uno strumento da sogno per molti pianisti. La sua gamma di espressività musicale e l’utilizzo trasversale ai generi lo rendono uno strumento versatile, anche se la costruzione massiccia inizialmente non fa pensare!

In questo articolo abbiamo raccolto i criteri di acquisto più importanti e ci dedichiamo anche agli attuali test sulle ali.

I nostri preferiti

Il pianoforte a coda di altissima qualità: Yamaha GC1
“Un convincente pianoforte a coda.”

Il miglior pianoforte a coda per la tua casa: Steinwae & Figli maschi M-170
“Il pianoforte a coda è particolarmente adatto per l’uso in casa grazie al suo design compatto.”

Il suono più equilibrato: Roth e Junius RJPG 186
“Il pianoforte a coda è anche visivamente impressionante.”

L’ala più precisa: Kawai GL 30 E/P
“I tasti dalla forma precisa consentono un’esperienza di gioco speciale.”

L’ala più funzionale: Yamaha GC2
“Questo pianoforte a coda ha una funzione di cuffia.”

Indice

L’essenziale in breve:

  • Il pianoforte a coda è una costruzione del pianoforte.
  • Le cose più importanti sul pianoforte a coda sono: la tastiera, i pedali, le corde e la costruzione dell’alloggiamento (il corpo).
  • Ci sono diverse dimensioni delle ali che possono servire a scopi diversi.
  • Quando si ripone l’anta, è necessario tenere conto del clima della stanza.
  • Un pianoforte a coda può essere suonato sia da musicisti inesperti che da virtuosi.
  • Alcuni pianoforti elettrici hanno un meccanismo di riproduzione basato sul pianoforte a coda.

Le migliori ali: le preferite dagli editori

Per darvi una breve panoramica, vorremmo presentarvi alcuni strumenti in questa pagina. Dai pianoforti a coda economici ai pianoforti a coda con funzione di riproduzione silenziosa, qui è tutto incluso!

Yamaha GC1

Yamaha GC1
Cosa ci piace:

  • Design in scala avanzato per un suono migliore
  • Processo di stampaggio a schermo vuoto (V-Pro) Gusseisenplatte
  • Peso: 290 KG

Il pianoforte a coda Yamaha GC1 ottiene punti grazie al design compatto e al prezzo. Lo strumento ha 88 chiavi, ha un corpo in ebano lucidato e, con la sua lunghezza di 161 cm, si adatta anche agli ambienti più piccoli. È uno strumento a tutti gli effetti del noto produttore giapponese Yamaha.

Il pianoforte della serie GC è sorprendentemente conveniente e promette un suono da concerto reale ed equilibrato in una forma compatta. Allo stesso modo, Yamaha non lesina sulle innovazioni tecniche: il design ingegnoso e una piastra in ghisa più resistente realizzata con uno speciale processo di fabbricazione (V-Pro). Con la sua lunga storia aziendale, l’azienda giapponese Yamaha può contare su una vasta esperienza che si riflette in tutti i suoi strumenti.

Steinway & Sons M-170

Steinway und Sons M-170
Cosa ci piace:

  • Il suono si distingue grazie alla tavola armonica più grande
  • Meccaniche di gioco delicate
  • Peso: 281 kg

Il pianoforte a coda di medie dimensioni di Steinway ha un meccanismo di riproduzione sensibile e un design compatto, che lo rendono ideale per l’uso a casa o a scuola di musica. La nota e rinomata azienda Steinway offre una nuova esperienza sonora con l’M-170.

In questo pianoforte a coda troverai la stessa meccanica e costruzione del più grande Steinway O-180 Baby Grand. In questo pianoforte a coda “medio” non esiste un suono “medio”, ma molto di più. Non per niente Steinway è conosciuto nel mondo dei pianisti per i suoi strumenti leggendari, che sono rappresentati nelle sale da concerto di tutto il mondo. Il pianoforte a coda M-170 può essere realizzato in diversi colori, ad esempio in nero, avorio e bianco.

Roth & Junius RJGP 186 E/P Grand Piano

Cosa ci piace:

  • Nero lucido, superficie lucida
  • Corde Röslau e teste martello Abel
  • Peso: 315 KG

Il pianoforte a coda RJGP 186 E / P di Roth & Junius è dotato di corde Röslau e spine da camera Abel. I suoi 185 cm di lunghezza e 151 cm di larghezza promettono un suono più equilibrato e ricco, soprattutto nelle profondità. La superficie nera lucida sembra particolarmente elegante e consente allo strumento di esprimersi al meglio in una sala da concerto.

Thomann offre la consegna gratuita più una panca per pianoforte per questo modello. Gli strumenti di questo marchio Thomann vengono importati direttamente dalla fabbrica e sono quindi notevolmente più economici rispetto a modelli comparabili di altri produttori di pianoforti o strumenti. Roth & Junius è stata originariamente fondata da August Roth nel 1889.

Kawai GL-30

Kawai GL-30
Cosa ci piace:

  • Tavola armonica conica in abete massello
  • Meccanica: Millennium III con ABS carbonio
  • Peso: 312 kg

La serie GL di pianoforti a coda di Kawai vanta una suonabilità incomparabilmente precisa. Con l’aiuto del meccanismo Millennium III con carbonio ABS, lo sforzo richiesto durante il gioco è ridotto al minimo e promette al pianista opportunità di sviluppo inimmaginabili.

Il GL-30 ha anche tasti più lunghi, che ottimizzano il trasferimento di energia dal dito alla corda e si riflette in un volume sonoro maggiore. Il legno di abete della tavola armonica è di forma conica. Per questo Kawai utilizza solo legno con anelli annuali stretti e garantisce un maggiore sviluppo del suono.

Un’altra caratteristica ingegnosa è lo sportello dei tasti “Soft Fall” a chiusura lenta. Se hai mai stretto le dita sul pianoforte a coda, apprezzerai questa innovazione della tradizionale azienda Kawai

Yamaha GC 2 SH PM Silent Grand

Cosa ci piace:

  • Processo di stampaggio dello scudo sottovuoto V-Pro
  • 19 suoni diversi
  • SH Silent System di Yamaha

Il pianoforte a coda Silent è un po’ più esotico degli altri modelli presentati e, oltre alla meccanica del pianoforte a coda analogico, offre un sistema di campionamento di suoni digitali. Vicini infastiditi dall’esercizio molto? Niente! Il sistema SH Silent consente di suonare il pianoforte a coda solo tramite le cuffie, con un’accettazione simultanea e molto precisa dell’attacco.

Questo sistema ti consente di esercitarti giorno e notte. 19 diversi suoni di campionamento e una funzione di registrazione rendono la YAMAHA GC2 Silent Grand un tuttofare. Il corpo è in mogano scuro con finitura lucida. Anche altri pianoforti YAMAHA hanno questa funzione mute.

Con una lunghezza moderata di 173 cm, YAHAMA si adatta anche a stanze più piccole. Thomann offre la consegna a livello nazionale e include un servizio di accordatura del pianoforte.

Guida all’acquisto del pianoforte a coda

Per questo particolare strumento è importante conoscere i criteri di acquisto più importanti per poter prendere una buona decisione. A differenza di altri strumenti, il pianoforte a coda è uno che dovrebbe accompagnarti per molti anni o fasi della vita.

Cos’è un pianoforte a coda e come è costruito?

Il pianoforte a coda è uno strumento a tastiera e prende il nome dalla sua forma ricurva: ricorda l’ala di un uccello o di un angelo. Il caratteristico suono caldo e pieno è creato dalla costruzione espansiva e dalle corde in acciaio, che sono collegate da a Hammermechanik essere pubblicato.

C’è un coperchio incernierato sull’ala. Ad esempio, puoi aprire solo leggermente l’anta o sollevare completamente il coperchio. Il suono diventa più brillante e più forte.

Sotto il pianoforte a coda sul cosiddetto “Lyra” ci sono tre pedali azionabili a pedale, che hanno tutti un’influenza sul suono e sul modo in cui viene suonato il pianoforte a coda. Con i pedali “Sostenuto” destro e centrale, lo smorzamento delle corde si alza e il suono diventa sfocato.

Il pedale sinistro è il “pedale del cambio”. Quando viene premuto, tutti i tasti del pianoforte a coda si spostano di lato e i martelletti rivestiti di feltro colpiscono solo una corda per tasto. Nel termine tecnico questo è chiamato anche “una corda”.

Stringhe nell'ala

Un pianoforte a coda deve sopportare un’enorme tensione di base. La piastra in ghisa (sotto), che viene utilizzata per fissare le corde, viene utilizzata per questo.

Qual è la differenza tra un pianoforte a coda e un pianoforte verticale?

A rigor di termini, un pianoforte a coda è anche un pianoforte. Viene fatta una distinzione comune tra il pianoforte a coda e il pianoforte verticale nella costruzione più piccola e verticale, che è più salvaspazio e più leggera.

A causa delle sue dimensioni e quindi più grande Nel complesso, la tavola armonica rende il suono del pianoforte a coda più pieno. Anche il meccanismo di arresto del pianoforte a coda e della struttura del pianoforte piccolo è diverso.

Mentre le corde vengono colpite direttamente su un pianoforte a coda, con il design più piccolo la forza dei tasti che vengono colpiti deve essere deviata lateralmente dal martello ai lati.

Di conseguenza, il pianoforte a coda non è solo musicalmente più differenziato e più fine da suonare, ma consente anche di premere di nuovo lo stesso tasto più rapidamente. Inoltre, il pianoforte a coda di solito ha una gamma di tonalità più ampia.

Una meccanica per pianoforte a coda suona meglio di una meccanica per pianoforte?

Grazie alla sua costruzione, il meccanismo di un pianoforte a coda può essere suonato più forte e più silenzioso di un pianoforte allo stesso tempo. Inoltre, sono possibili corse più veloci, poiché la meccanica dell’ala reagisce in modo più sensibile e veloce.

È difficile dire se uno strumento sia migliore di un altro, ma se le caratteristiche di cui sopra giocano un ruolo importante per te, un pianoforte a coda è probabilmente la costruzione più appropriata.

Una mini ala

I pianoforti sono costruiti in diverse dimensioni.

Quali tipi di ali esistono?

Esistono anche diverse versioni della costruzione dell’ala, che hanno la loro origine storica e il loro uso pratico:

Concerto a coda

Il pianoforte a coda da concerto classico si trova spesso su grandi palchi e ovunque ci sia spazio per ospitare uno strumento del genere. Di tutti i pianoforti a coda, i pianoforti a coda da concerto tendono ad essere i più grandi e rumorosi, quindi è meno adatto per gli appartamenti.

Pianoforte a coda da semi-concerto e pianoforte a coda da salone

I pianoforti a coda da semi-concerto e da salone sono leggermente più corti rispetto ai pianoforti a coda da concerto. Ciò significa che spesso sono un po’ più economici in termini di prezzo e si adattano a stanze più piccole.

Pianoforte a coda (chiamato anche “Baby Grand”)

Molti pianisti preferiscono gli strumenti più piccoli oi pianoforti a coda mignion nelle loro case. Un grande vantaggio di queste dimensioni è che il pianoforte a coda si adatta a quasi tutte le stanze senza dover scendere a compromessi evidenti in termini di meccanica. Tuttavia, c’è un problema con queste dimensioni: le note di basso, che notoriamente richiedono un grande corpo di risonanza, non suonano più rotonde come un pianoforte a coda da concerto.

In contrasto con il “pianino”, la costruzione verticale, il pianista ha una vera meccanica di pianoforte a coda in un piccolo spazio. Il pianoforte a coda si trova spesso a livello internazionale sotto il nome di “Baby Grand”.

Per chi è un pianoforte a coda?

Nel complesso, la costruzione pianoforte a coda / pianoforte a coda offre notevoli vantaggi per il musicista che vuole attingere a tutta la sua musicalità. L’ala non è senza ragione il Strumento per una presentazione elegante, piena di sentimento e senza tempo.

I famosi pianisti Glenn Gould, András Schiff, Vladimir Horowitz e Lang Lang hanno suonato o eseguito i loro concerti sui grandi palchi con il pianoforte a coda. Lo strumento abbraccia anche molti altri stili.

Freddy Mercury suonò anche l’inno dei Queen “Bohemian Rhapsody” dal vivo al pianoforte a coda nel 1986 a Wembley. C’è anche un “Baby Grand” nella casa di Taylor Swift a Beverly Hills, che in tedesco chiamiamo baby grand piano.

Il pianoforte a coda è uno strumento senza tempo che può mostrare i suoi punti di forza in tutti gli stili. I principianti che stanno appena imparando a suonare il pianoforte possono esplorare la loro libertà creativa nel pianoforte a coda, proprio come un virtuoso può immergersi nella sua performance musicale.

Ali sul palco

Un pianoforte a coda si trova su una piattaforma dell’atrio.

Quali sono i criteri di acquisto più importanti per le ali?

Chiaramente lo strumento deve adattarsi a te! Ma anche il materiale, la lavorazione e la posizione finale del pianoforte a coda giocano un ruolo importante nella ricerca dello strumento giusto.

Peso e dimensioni

Un pianoforte a coda è uno strumento grande e di conseguenza ha bisogno di spazio. Prima di effettuare un acquisto, dovresti considerare attentamente quale design dell’ala si adatta allo spazio previsto e se può essere trasportato nella stanza nel modo più agevole possibile.

Tipo di ala Lungo il peso
Pianoforte a coda baby o mignon 150 – 180 cm Quello. 260 – 350 kg
Pianoforte a coda da salone, da conservatorio o da studio 180 – 210 cm Quello. 320 – 450 kg
Pianoforte a coda da semi-concerto 210 cm – 240 cm Quello. 400 – 500 kg
Concerto a coda 240 – 310 cm Quello. 400 – 500 kg

Qualità del suono

La qualità del suono del pianoforte a coda è influenzata da molti fattori. I più importanti qui sono il materiale utilizzato, l’esperienza del liutaio, lo stoccaggio o l’ambiente del pianoforte a coda e il trattamento da parte del proprietario.

Il suono di un pianoforte a coda può logorarsi se c’è un martellamento costante sui tasti o se viene conservato in una stanza alternativamente molto calda e molto fredda.

Anche l’ala deve essere regolata regolarmente. La cosa migliore da fare è avere un professionista, l’accordatore di pianoforti, che lo faccia in modo che tu possa goderti il ​​tuo strumento per molto tempo a venire. Un accordatore di pianoforti ha anche molta familiarità con il modo in cui un pianoforte a coda dovrebbe essere maneggiato e conservato.

Meccanico

Una buona meccanica assicura che le sequenze di toni veloci possano essere riprodotte e il volume possa essere finemente influenzato. Fondamentalmente, le meccaniche dei diversi produttori sono molto simili, ma ci sono piccole differenze nella giocabilità durante il gioco, che spesso è una questione di gusti.

giocabilità

La suonabilità del pianoforte a coda è influenzata da tutto ciò che può essere mosso dal pianista. Ciò include, ad esempio, pedali, tastiera e meccanica. Ci sono alcuni criteri oggettivi per una buona giocabilità. Ad esempio la facilità di movimento dei tasti, la velocità di ripetizione di una singola nota o la facilità di azionamento dei pedali.

Tuttavia: musicisti diversi hanno requisiti di esecuzione diversi, motivo per cui il modo migliore per determinare se puoi suonare uno strumento è provare uno strumento per te stesso.

Consegna e trasporto

A causa delle enormi dimensioni e del peso elevato, il trasporto dell’ala è un’impresa che deve essere pianificata con cura. Mentre spesso è ancora possibile trasportare un pianoforte o un e-piano con l’aiuto di amici e conoscenti, di solito vengono prese in considerazione solo aziende specializzate per il trasporto di un pianoforte a coda.

Quando acquisti un nuovo pianoforte a coda, il trasporto a casa tua o in appartamento spesso è già incluso, così come la prima accordatura da parte di uno specialista.

Attrezzature e materiale

Il pianoforte a coda è uno strumento grande e complesso in cui sono costruiti molti materiali diversi. È tanto più importante che i materiali utilizzati siano di alta qualità e durevoli per dare allo strumento un suono equilibrato e garantire che la voce sia stabile.

involucro

L’alloggiamento, chiamato anche corpo, del pianoforte a coda è per lo più realizzato in legno duro, poiché questo è il modo migliore per trasmettere il suono. Il mogano rossastro o il famoso ebano nero con finitura lucida sono popolari.

La qualità del legno gioca un ruolo significativo nel valore del pianoforte a coda e richiede una grande esperienza e conoscenza.

Tastiera del computer

La tastiera di un pianoforte a coda di solito ha 88 tasti ed è di circa sette ottave e mezzo. Mentre l’avorio era precedentemente utilizzato per i tasti bianchi, l’avorio proveniente da fonti verificate è meno economico a causa delle forti normative legali e della protezione delle specie.

Molti produttori utilizzano quindi speciali rivestimenti in plastica. Ancora oggi i tasti neri sono spesso in ebano.

Poiché la tastiera accanto ai pedali è azionata dal musicista, è essenziale che sia stata fabbricata con un’elevata qualità.

feltri

Il feltro è sul martello della meccanica di gioco, dove colpisce le corde del pianoforte a coda. Il feltro è quindi importante per un suono piacevolmente rotondo.

Anche gli smorzatori all’interno dello strumento sono dotati di un rivestimento in feltro. Se il feltro si consuma in questi punti, o se esce qualcosa, il suono che colpisci inizia a fare le fusa.

Doccia

Il pianoforte e soprattutto le teste delle macchine contengono una serie di sostanze diverse che influenzano il suono. Il panno, ma anche il feltro, potrebbe dover essere sostituito a causa di un’infestazione di tarme o funghi.

muto

Le sordina del pianoforte assicurano che il suono no si ferma, ma muore subito. Gli smorzatori possono essere azionati utilizzando il pedale destro o il “pedale sostenuto” centrale.

Posta sonora

Il palo sonoro è un componente in legno a cui sono attaccati i piroli delle corde. A causa del carico straordinariamente elevato sulle corde tese, anche il legno deve essere accuratamente selezionato. I legni duri sono spesso usati per questo componente.

Meccanica al pianoforte

Le corde tese della costruzione verticale.

Resonanzboden

Proprio come il corpo e la colonna armonica, la tavola armonica è realizzata in un legno speciale. Molti produttori utilizzano legno altamente elastico e permeabile al suono come l’abete rosso. Grazie alla particolare forma della tavola armonica, trasmette e amplifica il suono come un moderno altoparlante.

pedali

Il musicista aziona i pedali dello strumento con i piedi. È importante che i pedali reagiscano in modo appropriato a ogni operazione e che non oscillino o addirittura siano difficili da azionare.

Piastra in ghisa

Oltre alla tavola armonica, nel corpo è presente anche una piastra in ghisa. Come suggerisce il nome, la piastra in ghisa non è un componente in legno, ma un materiale ferroso ad alto contenuto di carbonio. La piastra in ghisa trattiene l’enorme tensione delle corde all’interno dello strumento. Una piastra in ghisa difettosa o inferiore può rompersi e deve essere sostituita con grandi spese.

Già conosciuto? – La tensione delle corde di un pianoforte a coda da concerto può arrivare fino a 30 tonnellate!

Posizione di un’ala

La posizione di un pianoforte a coda influenza il suono proprio come lo strumento stesso e anche il clima della stanza influisce sulla longevità dello strumento.

Vale la pena pensare se la stanza destinata al pianoforte a coda è abbastanza grande e se è riscaldata così tanto in inverno che la stanza diventa molto secca e calda per un breve periodo. Forti fluttuazioni di temperatura e umidità possono causare la comparsa di crepe nel legno o la ruggine dei meccanismi.

Caratteristiche di qualità

I materiali utilizzati sono chiaramente un criterio importante per la qualità dello strumento e quindi anche per il suono. Tuttavia, non è solo il design e i tipi di legno a rendere rotondo il suono del pianoforte a coda, è soprattutto la conoscenza e l’esperienza di un pianista che dà a ogni strumento un’anima e il suo suono unico.

Crepe nella tavola armonica

Soprattutto negli strumenti più vecchi o usati, possono verificarsi danni ai componenti esterni ed interni a causa delle abitudini di riscaldamento del precedente proprietario oa causa del trattamento. Una crepa nella tavola armonica, in particolare, può degradare il suono e frustrare il musicista.

Informazioni sull’età del venditore

Un pianoforte a coda dovrebbe essere sottoposto a un’ispezione approfondita e, se necessario, a un restauro ogni quarant’anni circa. Tuttavia, non è necessariamente l’età dello strumento che è determinante, ma la qualità e lo stato dei componenti utilizzati.

Crepe nel post audio

Un palo sano può rompersi a causa dell’umidità insufficiente nell’area circostante. Poiché i pioli di accordatura delle corde sono attaccati al palo del suono, tali crepe possono avere un effetto negativo sull’accordatura: lo strumento suona improvvisamente troppo basso e non può più reggere l’accordatura.

Posizionamento chiave inclinato

Quando si suona il pianoforte a coda, prestare attenzione al modo in cui vengono elaborati i tasti. Un tasto che sporge in un angolo o è difficile da usare può avere un effetto negativo sulla tua sensazione e quindi sulla tua musica.

Quali marche producono pianoforti a coda di qualità?

Un’azienda di lunga data si caratterizza per la sua pluriennale esperienza nella costruzione di pianoforti e pianoforti a coda. Le aziende più note includono Steinway & Sons, C. Bechstein, Bösendorfer, Blüthner, Kawai e Yamaha. Gli standard qualitativi delle aziende tradizionali sono molto elevati e vengono controllati ad hoc per ogni strumento.

Business della musica

Un venditore in un negozio di musica sarà in grado di consigliarti bene.

Dove posso acquistare un pianoforte a coda?

Ci sono varie opzioni per realizzare il tuo sogno di un pianoforte a coda. Il più ovvio è acquistarne uno nuovo su Internet o da un rivenditore specializzato. Si consiglia vivamente di provare lo strumento prima di acquistarlo per essere davvero sicuri che lo strumento sia adatto a te. Uno specialista o un rivenditore online sarà anche in grado di darti una consulenza competente sulla tua scelta e di solito ha anche un’offerta di strumenti usati revisionati.

Per chi non ha sufficiente familiarità con gli aspetti tecnici dello strumento, l’acquisto di uno strumento usato da soli è consigliato solo in misura limitata.

Quanto costa un pianoforte a coda?

In termini di prezzo, puoi ottenere un nuovo pianoforte a coda da una nota azienda a partire da circa € 8.000. I modelli esclusivi o di alta qualità possono anche costare tra € 40.000 e € 60.000, a seconda del produttore e dello sforzo di fabbricazione.

Non importa in quale fascia di prezzo ti trovi qui: con un pianoforte a coda di un noto produttore di solito otterrai un ottimo strumento.

Dove dovrei posizionare meglio un pianoforte a coda?

L’archiviazione e la posizione del pianoforte a coda possono avere un impatto significativo sull’umore e sulla qualità del suono. Poiché molti componenti del pianoforte a coda sono realizzati in legno, il pianoforte a coda dovrebbe essere installato in un luogo con temperatura e umidità il più costanti possibile.

Se l’ala è esposta a fluttuazioni estreme di temperatura e umidità, possono essere danneggiati componenti importanti dell’ala, che devono essere riparati di nuovo con grandi spese.

Si consiglia un’umidità del 40 e del 60 percento. Puoi misurare l’umidità con un igrometro.

Se il pianoforte a coda è stato conservato per lungo tempo in un luogo freddo e ora deve essere rimontato in un luogo più caldo, si consiglia l’acclimatazione – avvicinandosi gradualmente alla temperatura finale – per evitare danni al pianoforte a coda.

Pianista al Fluegel

Suonare il pianoforte è un hobby permanente per molte persone.

Accessori importanti per pianoforti a coda

Il pianoforte a coda è uno strumento versatile che troverai in tutti gli stili musicali conosciuti. Troverai questi accessori in molte sale prove e scuole di musica:

Diapason

Puoi usare un diapason per controllare il tono o anche per prendere le note. Molti diapason suonano al tono di concerto “a”, che è 440Hz (o in Germania un po’ più alto a 443Hz). Se la tua “a” suona più alta o più bassa sul pianoforte a coda rispetto al diapason, è probabilmente il momento di chiamare l’accordatore del pianoforte!

Sgabello / panca

Per poter giocare in modo bello e libero, si consiglia vivamente un sedile regolabile in altezza. Se lo sgabello del pianoforte non è regolato correttamente, ciò può avere un effetto negativo su varie tecniche di esecuzione e postura.

Leggio

Di solito, un pianoforte a coda ha già un leggio pieghevole. Ma se hai intenzione di suonare con altri musicisti, un altro leggio è una buona idea. Il più delle volte, un vero leggio sembra migliore di un modello pieghevole per gli spostamenti.

gradi

Il pianoforte a coda è uno strumento sia per principianti che per professionisti. Sul pianoforte a coda si possono suonare quasi tutte le note così come sono annotate, purché siano in chiave di violino e di basso. Dalla classica al pop, dal rock al soul non ci sono limiti per te. Un pianoforte a coda è l’ideale anche per accompagnare!

lampada

Soprattutto su un palcoscenico, vengono illuminate solo parti della stanza. Qui una lampada può aiutarti a non perdere di vista i tuoi voti.

Estensione del pedale

Dal momento che il pianista deve sedersi abbastanza in alto per suonare in modo bello e sano, nei bambini piccoli può succedere che i loro piedi non riescano più a raggiungere i pedali. Al fine di promuovere e garantire uno stile di gioco sano, si consiglia un’adeguata estensione del pedale. Un’estensione del pedale può essere trovata in molte scuole di musica.

Copertura antipolvere

Per evitare che lo strumento raccolga polvere, è possibile posizionare una copertura o una copertura antipolvere sul pianoforte a coda. Esistono anche copritasti per pianoforti e pianoforti elettrici, i cosiddetti panni o “key runner” per evitare sporco e graffi.

metronomo

Il metronomo è un must per padroneggiare e comprendere passaggi impegnativi nella musica. Ti aiuta a mantenere il ritmo e a non fare calcoli errati. Che sia un metronomo digitale o analogico non è molto importante, l’importante è che mantenga il tempo! I metronomi digitali spesso offrono una funzione vocale e la possibilità di selezionare i battiti.

Panoramica del test delle ali: quali sono le ali migliori?

La redazione cerca sempre di mettere a tua disposizione gli ultimi risultati dei test. Non appena saranno disponibili ulteriori risultati dei test attuali, questi verranno aggiunti.

Testmagazin Prova dell’ala disponibile? Anno di pubblicazione Accesso libero Scopri di più
Stiftung Warentest No, non c’è nessun test. / / /
Eco test No, non c’è nessun test. / / /
Konsument.at No, non c’è nessun test. / / /
Ktipp.ch No, non c’è nessun test. / / /

FAQ – Domande frequenti sulle ali

Qui rispondiamo alle domande più frequenti sulle ali.

Quanto costa un pianoforte a coda?

Un pianoforte a coda di una nota azienda può costare da € 8.000 a € 60.000, a seconda del modello.

Quanto costa il pianoforte a coda più costoso del mondo?

Il pianoforte a coda più costoso del mondo è realizzato su misura da C. Bechstein ed è stimato a poco meno di 1 milione di euro

Qual è il miglior pianoforte a coda?

È difficile da dire! Il musicista fa la musica e non il pianoforte a coda, ma il pianoforte a coda deve corrispondere al musicista. Ecco perché potrebbe non esistere il miglior pianoforte a coda, ma esiste ancora il miglior pianoforte a coda per molti musicisti!

Perché il pianoforte a coda ha i pedali?

I pedali sotto il pianoforte a coda influenzano la durata del decadimento e il volume delle note suonate. Per alcuni brani, come ballate o brani di epoca romantica, il pianista ha bisogno di questa qualità per sviluppare la sua idea musicale.

Quanto è rumoroso un pianoforte a coda?

Un pianoforte a coda può essere suonato in modo molto silenzioso e tuttavia suona in media intorno ai 60dB, circa quanto una normale conversazione. Suonato ad alta voce, in fortissimo, può avvicinarsi al volume di una discoteca, che viene misurato a una media di 100dB.

Un pianoforte a coda è un pianoforte?

Un pianoforte a coda è un pianoforte, ma non tutti i pianoforti sono un pianoforte a coda! Il metodo di costruzione determina se un pianoforte è un pianoforte a coda. Chiamiamo comunemente pianoforte la costruzione verticale e più piccola a “scatola”. Il pianoforte a coda a forma di pianoforte a coda.

Quali sono i 2 grandi vantaggi del pianoforte a coda rispetto al pianoforte?

Il più grande vantaggio del pianoforte a coda è la possibilità di sviluppo musicale. Non solo puoi suonare più forte e più piano sul pianoforte a coda, ma puoi anche premere lo stesso tasto più velocemente. Anche il suono della costruzione del pianoforte a coda è più pieno e caldo.

Un altro vantaggio del pianoforte a coda è la gamma di tonalità più ampia, poiché di solito si hanno più tasti rispetto a un pianoforte.

Qual è un altro nome per un’ala?

Un pianoforte a coda è anche chiamato “pianoforte”. Allo stesso modo, il termine “pianoforte” è corretto per il pianoforte a coda.

Qual è il modo migliore per pulire un pianoforte a coda?

Un pianoforte a coda lucido è un grande colpo d’occhio e migliora qualsiasi stanza. Per mantenere la tua vela pulita, ecco alcuni suggerimenti da tenere a mente:

  • Rimuovere sempre la polvere senza pressione e le impronte digitali solo con un panno adatto e un prodotto per la cura adatto
  • Prima di lucidare un pianoforte a coda, è necessario rimuovere accuratamente la polvere e altre impurità. Granelli di polvere o residui possono lasciare piccoli graffi sulla vernice.
  • I pulsanti devono essere puliti solo con un panno morbido. Avvertenza: non utilizzare detersivi o detergenti.
  • Se c’è qualcosa all’interno dell’ala che necessita di pulizia, è consigliabile chiamare uno specialista.
Un pianista al pianoforte a coda

Un pianista suona un pezzo sullo strumento.

Come posso imparare a suonare un pianoforte a coda?

Ci sono diversi modi per imparare a suonare il pianoforte. Il metodo classico e collaudato è cercare un insegnante che ti introduca allo strumento con un curriculum individuale. Puoi anche acquisire abilità al pianoforte attraverso offerte come video di apprendimento online o libri di testo.

Quante volte deve essere accordato un pianoforte a coda?

La frequenza con cui un pianoforte a coda deve essere accordato dipende in larga misura dal clima della stanza. Un’ala esposta a variazioni di temperatura e umidità elevate può rapidamente cedere in altezza o diventare instabile. È anche cruciale come e con quale frequenza viene effettivamente suonato un pianoforte a coda.

Si consiglia di far accordare professionalmente il pianoforte a coda da un accordatore di pianoforti almeno una volta all’anno.

Quali sono le alternative al pianoforte a coda?

Naturalmente esiste un’ovvia alternativa al pianoforte “normale”, ovvero la costruzione verticale che produce il suono in modo simile con le corde vere. Ma i pianoforti digitali, chiamati “e-piano”, sono diventati sempre più suonabili e suonano meglio.

Il pianoforte elettrico ha un altro vantaggio rispetto al pianoforte a coda: non è necessario un accordatore per pianoforte e le forti fluttuazioni di temperatura hanno meno effetto su un pianoforte elettrico rispetto a un pianoforte acustico.

Esistono pianoforti elettrici con meccanica a coda?

Alcuni pianoforti elettrici sono dotati di un meccanismo di riproduzione basato sul pianoforte a coda e, grazie alle loro dimensioni pratiche, al peso e al prezzo ridotti, possono segnare punti in cui un pianoforte a coda è troppo costoso o troppo difficile da trasportare.

Il fattore decisivo qui sono i tasti pesati, in modo da sentire una resistenza quando lo si preme e un punto di contatto quando si colpisce la “corda virtuale”.

Sai imparare a suonare il pianoforte sulla tastiera?

Sfortunatamente, una tastiera non è una buona alternativa per imparare a suonare il pianoforte “giusto”. Se vuoi imparare a suonare l’ala ma non vuoi investire direttamente in uno strumento di grandi dimensioni o non hai spazio, puoi prendere in considerazione modelli come il Kawai ES-110B. Naturalmente, un pianoforte elettrico non offre il grande suono di un vero pianoforte a coda, ma grazie ai tasti pesati è l’ideale per imparare a suonare uno strumento.

È importante che il meccanismo integrato nel pianoforte elettrico sia modellato su un pianoforte a coda o sul meccanismo di un pianoforte. Ogni produttore chiama questa funzione in modo leggermente diverso.

Ulteriori fonti

Associazione dei produttori di pianoforti tedeschi eV

Suggerimenti per la cura e la manutenzione del tuo strumento


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.