I sandali da trekking sono un’ottima alternativa alle popolari scarpe da trekking o scarponi da trekking.Soprattutto nelle calde giornate estive, il sandalo può segnare con una ventilazione significativamente migliore. Qui puoi avere una panoramica dei diversi tipi di sandali da trekking, i criteri di acquisto più importanti e una panoramica dei test dei sandali da trekking per aiutarti a scegliere il tuo sandalo perfetto.

I nostri preferiti

Il miglior sandalo da donna adatto all’uso quotidiano: ECCO Offroad Flat su Amazon
“Convince con un design semplice e un alto livello di comfort”

Il miglior sandalo chiuso da donna: Sandalo da trekking PDQ su Amazon
“Grazie alla coulisse, può essere indossato e tolto rapidamente e allo stesso tempo adattato individualmente al tuo piede”

Il miglior sandalo da donna vegano: Signore Terra Fi 5 su Amazon
“Estremamente adattabile e quindi offre un supporto ottimale su terreni irregolari”

Il miglior sandalo da uomo adatto all’uso quotidiano: ECCO offroad flat su Amazon
“Elegante nella vita di tutti i giorni e comodo da indossare nei lunghi trekking”

Il miglior sandalo chiuso da uomo: KEEN Clearwater CNX su Amazon
“La zona chiusa del collo del piede e della punta lo rende ideale per la montagna”

Il miglior sandalo da uomo impermeabile: Teva Original Universal su Amazon
“Che sia per il trekking o per gli sport acquatici, il sandalo leggero garantisce sicurezza ed è meraviglioso da indossare”

l’essenziale in breve

  • I sandali da trekking offrono una migliore ventilazione rispetto agli scarponi da trekking e sono quindi più comodi da indossare, soprattutto in estate.
  • Puoi regolare i sandali per adattarli al tuo piede con i loro cinturini.
  • I sandali da trekking sono ideali per le escursioni nelle calde giornate estive, ma sono meno consigliati in inverno o su terreni difficili.
  • I sandali da trekking sono per lo più impermeabili e quindi spesso adatti agli sport acquatici.

I migliori sandali da trekking: i preferiti dell’editore

Nella sezione seguente ti presenteremo i prodotti preferiti della nostra redazione. Qui trovi una selezione dei migliori sandali da trekking con le rispettive proprietà e una descrizione.

Il miglior sandalo da donna adatto all’uso quotidiano: ECCO Offroad Flat

Cosa ci piace:

  • il design semplice è ideale per l’uso quotidiano
  • è costituito da pelle nabuk di alta qualità, tessuto e gomma
  • disponibile in 6 diversi colori
  • Cinghie in velcro per una tenuta ottimale
  • plantare molto comodo, perfetto per le lunghe distanze
Cosa non ci piace:

  • ha una larghezza della scarpa stretta

Il sandalo flat Offroad di ECCO è un sandalo aperto da trekking con due cinturini. Le cinghie sono regolabili e possono essere facilmente chiuse con una chiusura in velcro. Ha un tacco piatto.
Il materiale superiore del sandalo è in nabuk, il materiale interno in tessuto e la suola in gomma. Trattandosi di un sandalo in pelle, non è completamente impermeabile.

Questo sandalo da donna è disponibile con una vestibilità stretta nelle taglie dalla 36 alla 43. Il prezzo del sandalo è compreso tra 60 e 180 €, a seconda della taglia e del design. È disponibile in 6 diverse combinazioni di colori: Multicolor, Multicolor Wine, Sangria Fig, Black, Shadow White e Titanium.

Grazie al suo design semplice ma bello, questo sandalo è adatto per essere indossato tutti i giorni o per lunghe passeggiate e facili escursioni in estate.

suola: Gomma | Materiale di qualità superiore: Pelle nabuk | Materiale interno: Tessile | Altezza tacco: 2 cm

Il miglior sandalo chiuso da donna: sandalo da trekking PDQ

Cosa ci piace:

  • si chiude davanti con coulisse elastica
  • tagliato appositamente per i piedi stretti
  • Strette chiusure in velcro su entrambi i lati per una tenuta ancora maggiore
  • veloce da indossare e da togliere
  • design sportivo semplice
Cosa non ci piace:

  • La suola interna si attacca facilmente al piede

Il sandalo da trekking di PDQ è chiuso sul davanti e ha un cinturino e un cordino regolabile in modo da poter adattare il sandalo al tuo piede. Le aperture sul tallone e sul metatarso garantiscono una buona ventilazione.

Il materiale superiore del sandalo è in sintetico, il materiale interno in tessuto e la suola in gomma. La chiusura è facile da usare con una chiusura in velcro. Il sandalo da trekking ha un tacco largo con altezza 1. Il sandalo è disponibile nelle taglie dalla 35,5 alla 43. Il prezzo è di circa 26€. Questo rende questo modello un vero affare.

Puoi scegliere tra quattro diverse combinazioni di colori: rosso grigio, grigio giada, nero rosa e grigio fucsia.

Questo sandalo da trekking non è adatto solo per facili passeggiate, ma grazie allo spazio delle dita protetto anche per terreni più difficili. È il compagno perfetto se vuoi fare escursioni nella stagione più calda.

Composizione del materiale: Plastica | Larghezza della scarpa: stretto | chiusura: coulisse più chiusure in velcro | Altezza tacco: 1

Il miglior sandalo da donna vegano: Terra Fi 5 . da donna

Cosa ci piace:

  • spalline imbottite in 100% poliestere riciclato
  • veloce da indossare grazie al velcro
  • zona del tallone imbottita per un buon comfort
  • elevata adattabilità per una tenuta ottimale su qualsiasi terreno
  • materiali vegani come pelle artificiale, sintetico e tessile

Il sandalo da passeggio ‘Terra Fi 5’ di Teva ha tre cinturini regolabili che puoi utilizzare per adattarlo alla forma del tuo piede. Le cinghie possono essere chiuse con una chiusura in velcro.

Il materiale della tomaia del sandalo è in pelle sintetica, il materiale interno è in tessuto e la suola è in sintetico. Il tacco del ‘Terra Fi 5’ è piatto. Le imbottiture alla caviglia sono in neoprene, i cinturini sono in 100% poliestere riciclato.

Il sandalo da trekking ha una piastra in poliammide per stabilizzare il metatarso, cucita nell’intersuola. Uno Shock Pad nella zona del tallone assicura un’ammortizzazione ottimale dei passi durante la corsa.

La scarpa è disponibile nelle taglie dalla 36 alla 45. Il prezzo varia tra € 66 e € 286, a seconda delle dimensioni e del design. Per quanto riguarda il colore, puoi scegliere tra due diverse tonalità di blu e un verde.

Questo sandalo è giusto per te se stai cercando un sandalo da trekking vegano e sostenibile. I materiali utilizzati non sono animali e alcuni sono addirittura riciclati.

Composizione del materiale: Sintetico | Larghezza della scarpa: normale | chiusura: 3 cinghie Velcro | Forma del paragrafo: piatto

Il miglior sandalo da uomo adatto all’uso quotidiano: ECCO offroad flat

Cosa ci piace:

  • design semplice ed elegante: adatto per l’uso quotidiano
  • materiali durevoli realizzati in pelle nabuk, tessuto e sintetico
  • spalline regolabili con velcro
  • Profilo in gomma ideale per montagne e terreni ripidi
  • vestibilità comoda e individuale

Il sandalo nero “Offroad” di Ecco colpisce per il suo design senza tempo. Ha tre cinturini attraverso i quali è possibile regolare la vestibilità. Le cinghie sono dotate di chiusura in velcro. Quindi la larghezza dell’albero può essere modificata.

Il sandalo ha il tacco piatto ed è di taglia regolare. Il materiale superiore del sandalo da trekking è in pelle nabuk, il materiale interno è in tessuto e la suola è sintetica. La scarpa non è impermeabile.

Il sandalo è disponibile nelle taglie dalla 40 alla 50 nel colore ‘Black Mole Black’. Il prezzo si aggira intorno ai 65€. Se sei interessato a un colore diverso, ECCO offre anche modelli simili in colori come il marrone o il grigio.

Il sandalo in pelle con suola in gomma è adatto per l’uso quotidiano e le escursioni su terreni non complicati. Tuttavia, questo modello non è adatto per l’uso in acqua.

Composizione del materiale: Tessile | Larghezza della scarpa: normale | chiusura: Cinturini in velcro | Forma del paragrafo: Blockabsatz

Il miglior sandalo chiuso da uomo: KEEN Clearwater CNX

Cosa ci piace:

  • buono su terreni sassosi grazie allo spazio chiuso per le dita dei piedi
  • materiale robusto e idrorepellente
  • Sgancio rapido per scivolare e regolare
  • suola comoda per ogni terreno costruito
  • è disponibile in 9 diversi colori

I sandali ‘Clearwater CNX’ di KEEN sono chiusi sul davanti e regolabili con un cordino. Grazie alle aperture laterali e al tallone aperto, il sandalo è ben ventilato.

La scarpa è composta da un tessuto lavabile in poliestere, pelle sintetica e una suola composta da una miscela di intersuola in PU e suola in gomma antitraccia. I materiali utilizzati sono privi di PFC.

Il ‘Clearwater CNX’ è disponibile nelle taglie da 39,5 a 48. Il tacco del sandalo è piatto, alto un pollice. A seconda del design e del colore, ci si può aspettare un prezzo da € 35 a € 120 circa. In termini di colore, puoi scegliere tra due tonalità di nero, tre grigi, due blu e due marroni.

Questo sandalo chiuso offre protezione per le dita dei piedi con una buona ventilazione. Non è adatto solo per brevi passeggiate, ma anche per escursioni su terreni sassosi.

Composizione del materiale: Nylon | Altezza tacco: 2,5 cm | chiusura: Chiusura a sgancio rapido per allacciatura | Forma del paragrafo: Appartamento

Il miglior sandalo da uomo impermeabile: Teva Original Universal

Cosa ci piace:

  • cinghie intrecciate per una vestibilità comoda
  • Precisione di adattamento data dalle chiusure in velcro
  • la suola piatta in gomma aumenta la presa
  • Può essere utilizzato anche come scarpa da bagno grazie al materiale impermeabile
  • è disponibile in 17 diversi colori e modelli
Cosa non ci piace:

  • a volte è un po’ più grande

Il sandalo ‘Original Universal’ di Teva ha tre cinturini che puoi utilizzare per personalizzarlo. Un cinturino si trova sull’avampiede, uno sul metatarso e uno sul tallone. Puoi regolarlo molto facilmente grazie alla chiusura in velcro.

La suola è in gomma e i cinturini sono in poliestere. La larghezza della scarpa è stretta. Poiché il sandalo è idrorepellente, è adatto anche per gli sport acquatici.

Puoi acquistare i sandali da trekking nelle taglie da 38,5 a 48,5. Il prezzo è compreso tra 35 e 178 euro, a seconda del design e del colore.

Con questo sandalo hai una vasta scelta di colori. Puoi scegliere tra 17 diverse combinazioni di colori e fantasie.

Il sandalo ‘Original Universal’ è quello giusto per te se stai cercando un sandalo vegano da poter utilizzare non solo per le brevi escursioni, ma anche per gli sport acquatici.

Materiale di qualità superiore: Sintetico | suola: Gomma | Altezza tacco: circa, 5 cm | chiusura: Chiusura in velcro | Forma del paragrafo: Appartamento

Guida all’acquisto: i criteri di acquisto più importanti per i sandali da trekking

Quando cerchi il tuo sandalo da trekking perfetto, può essere utile conoscere i sandali da trekking nel loro insieme. Puoi scoprire qui quale materiale ti si addice meglio e quale tipo di sandalo ha più senso per te.

Punta chiusa o aperta?

Una domanda che dovresti porti quando acquisti sandali da trekking è se i sandali aperti o chiusi sono adatti a te. Puoi scoprire quando e quale tipo di sandalo da trekking ha più senso qui.

I sandali da trekking chiusi offrono una buona protezione per il piede, che riduce il rischio di lesioni durante le escursioni. Nonostante abbia zone più chiuse, c’è una buona ventilazione grazie al tallone aperto.

uomo da trekking con sandali da trekking aperti

Funziona bene anche con sandali da trekking aperti.

I sandali da trekking aperti sono più leggeri e quindi comodi da indossare anche nelle lunghe marce. Tuttavia, le pietre entrano facilmente nel sandalo aperto, il che può essere molto scomodo a lungo termine. Pertanto, è meglio evitare tratti sassosi con sandali aperti.

Consiglio: i sandali da trekking chiusi sono particolarmente adatti per terreni sassosi ed escursioni impegnative. Mentre i sandali da trekking aperti sono perfetti per semplici escursioni estive.

La chiusura dei sandali da trekking

I sandali da trekking sono dotati di diversi sistemi di chiusura. Le chiusure in velcro sono spesso utilizzate per chiudere i sandali. Questi hanno il vantaggio che puoi usarli molto facilmente. Così le scarpe possono essere indossate e tolte rapidamente e facilmente. Le chiusure in velcro possono essere molto pratiche, soprattutto per i bambini. Così il tuo bambino può cambiare le scarpe senza dover lottare con i lacci complicati.

La chiusura in velcro ha lo svantaggio che la sua adesione può essere ridotta, ad esempio, dallo sporco che rimane intrappolato nella striscia di velcro. Tuttavia, questo può essere generalmente risolto con la pulizia.

Un altro metodo di fissaggio sono i sistemi di allacciatura rapida, che si trovano principalmente nei sandali da trekking chiusi. Non devi scherzare con fastidiosi lacci e puoi semplicemente infilarti le scarpe. Puoi cambiare facilmente la taglia della scarpa grazie ai lacci flessibili.

Il sistema di allacciatura rapida ha il vantaggio che l’elasticità dei lacci consente di distribuire uniformemente la pressione su tutto il piede. Questo tipo di chiusura è ideale anche per i bambini.

Il peso dei sandali da trekking

Il peso del sandalo da trekking può variare molto a seconda della marca e del modello. Se si confrontano diversi modelli, il peso medio è compreso tra 200 e 700 grammi.

I sandali leggeri hanno il vantaggio che il piede non si stanca così velocemente durante le lunghe camminate. I sandali pesanti hanno spesso una suola più spessa e sono quindi più adatti per terreni sassosi.

I modelli di Teva e Lowa (per lo più da 200-300 g) sono particolarmente leggeri, mentre i sandali di Source (per la maggior parte da 600-700 g) sono piuttosto più pesanti.

Il materiale dei sandali da trekking

Puoi scegliere tra due diversi materiali per i sandali da trekking: pelle o plastica. Puoi leggere qui come vengono assemblati esattamente i sandali da trekking.

Sandali da trekking in pelle:

Da un lato, puoi acquistare un sandalo in pelle impregnata. Questo ha il vantaggio che la pelle si adatta al tuo piede nel tempo. Inoltre, i sandali in pelle sono molto resistenti. Tuttavia, questo sandalo non è impermeabile a lungo termine e il plantare può diventare scivoloso quando è bagnato.

Produttori come ECCO amano utilizzare la pelle nabuk. Questa è una pelle scamosciata fine che viene levigata sul lato della grana. Questo gli conferisce un aspetto vellutato.

Sandali da trekking in plastica:

Oltre ai sandali in pelle, ci sono i sandali da trekking in plastica. Questi sono costituiti da cinghie in fibra sintetica, solitamente in nylon e un plantare in una miscela di gomma. I sandali in fibra sintetica sono molto adatti per condizioni di bagnato e per l’uso in acqua.

Le suole dei sandali da trekking:

Nella maggior parte dei casi, le suole dei sandali da trekking sono realizzate in mescola di gomma. La suola è spesso robusta e ha un caratteristico profilo antiscivolo. Alcuni sandali hanno anche una piastra incorporata nella suola. Questo serve per la protezione e rende la scarpa adatta anche a terreni difficili. Le suole in gomma imbottite garantiscono inoltre un’ammortizzazione ottimale dei passi.

Guida all’acquisto dei sandali da trekking

Ci sono alcune cose che dovresti considerare quando acquisti una Sandali Da Trekking. Qui puoi scoprire qual è la calzata giusta per il tuo piede, di che materiale sono fatti i sandali e dove puoi acquistarli.

Sandali da trekking fit

Per quanto riguarda la vestibilità del sandalo, puoi prima scegliere tra una versione da uomo e una da donna. Questi di solito differiscono nei colori disponibili. Inoltre, i sandali da uomo sono generalmente disponibili in modelli sempre più larghi.

La divisione in generi non è affatto obbligatoria, serve principalmente per un migliore orientamento. Se sei una donna con i piedi più grandi e larghi della media o un uomo dai piedi piuttosto delicati, dai un’occhiata ai sandali pensati per il sesso opposto.

Successivamente, dovresti determinare la misura della tua scarpa. Di norma, dovresti sempre acquistare sandali da trekking di mezza taglia più grandi.

Attenzione: Soprattutto con i sandali senza protezione per le dita, dovresti sempre assicurarti che la suola sia un po’ più lunga del tuo piede. Altrimenti marce più lunghe possono diventare rapidamente scomode.

Ora puoi scegliere tra sandali da trekking per piedi larghi e sandali da trekking per piedi stretti. I sandali sono intrinsecamente facili da adattare al piede grazie ai loro cinturini. È comunque importante che la suola sia tua Il piede si adatta e le cinghie non tagliano le caviglie.

Se il sandalo da trekking si sente a disagio o pizzica quando lo provi, non dovresti assolutamente includerlo nella tua lista. I sandali devono essere comodi e leggeri al piede anche dopo ore di escursioni.

I migliori produttori di sandali da trekking

I principali produttori nel campo dei sandali da trekking sono principalmente noti allestitori per l’outdoor. Qui ti presentiamo quattro dei marchi più famosi di sandali da trekking e le loro origini.

Jack Wolfskin:

Jack Wolfskin produce attrezzature per esterni. Oltre alle scarpe, questo include abbigliamento funzionale come giacche antipioggia e attrezzature per esterni come tende e zaini. La società ha sede a Idstein, in Germania. È stata fondata nel 1981 e ora importa i suoi prodotti in molti paesi europei.

Geox:

Geox è un’azienda di moda italiana con sede a Montbelluna, Italia. Le scarpe, sono il prodotto più venduto di GEOX. Nel 2016, le scarpe hanno rappresentato il 90% delle loro vendite totali. Oltre alle scarpe da trekking, GEOX produce anche scarpe moda. La tecnica sviluppata dal fondatore Mario Moretti Polegato di praticare fori nelle suole delle scarpe per un migliore microclima della scarpa ha dato a GEOX un chiaro punto di forza unico.

ECCO:

L’azienda fondata da Karl Toosbuy nel 1963 è oggi uno dei più grandi produttori di scarpe e una delle più grandi aziende nel commercio di scarpe a livello mondiale. La sua sede è a Bredebro in Danimarca. La particolarità delle scarpe del marchio ECCO è che la suola delle scarpe viene solitamente iniettata direttamente sulla tomaia preformata sotto pressione. L’azienda è a conduzione familiare in tutto.

Teva:

Teva è un marchio americano che appartiene al produttore di scarpe Deckers Outdoor Corporation. Hanno sede in California e hanno scarpe da esterno, soprattutto sandali. L’azienda è stata fondata nel 1982 dall’americano Mark Thatcher. Ha lavorato part-time come guida di rafting e voleva risolvere il suo problema di piedi costantemente bagnati.

Thatcher ha sviluppato un sandalo adatto all’uso in acqua. Per fare questo, ha sostituito la pelle con varie plastiche resistenti all’acqua. I sandali sono dotati di ‘Universal Straping System’. Ciò include diverse cinghie regolabili, attraverso le quali i sandali possono essere adattati particolarmente bene alla forma del piede individuale.

Dove si possono acquistare i sandali da trekking?

Quando acquisti un sandalo da trekking, puoi scegliere tra due opzioni. Li acquisti da esperti di outdoor o da un discount. Puoi anche decidere se acquistarli direttamente in negozio oppure ordinarli online.

I discount come Aldi o Lidl di solito vendono sandali da trekking in base alla campagna. Quindi è un vantaggio se scopri di più in anticipo, poiché i prodotti spesso si esauriscono rapidamente. I prodotti stessi non sono realizzati dai discount, ma sono ottenuti dal produttore. Ad esempio, Aldi vende sandali da trekking del produttore “Crane”.

Se acquisti il ​​tuo sandalo da trekking da un esperto di outdoor, hai il vantaggio di poterti consigliare. Inoltre, non devi limitarti a un piccolo numero di modelli, puoi provare un’intera gamma di sandali. Certo, il sandalo nel negozio esperto non sarà così economico come nel discount.

Un’altra opzione è quella di ordinare i sandali online. Qui hai una vasta selezione di prodotti e un confronto diretto tra i prezzi di diversi negozi e fornitori. I prezzi nei negozi online sono generalmente leggermente inferiori ai prezzi nei negozi.

Panoramica del test dei sandali da trekking: quali sandali sono i migliori?

Nella panoramica del test, la nostra reazione si riferisce a note riviste di consumatori. Se una di queste riviste ha già effettuato una prova sui sandali da trekking, puoi scoprirlo qui. Puoi anche usare la tabella per vedere quanto sono aggiornati i test e se c’è libero accesso ai loro risultati.

Testmagazin Prova dei sandali da trekking disponibile? Anno di pubblicazione Accesso libero Scopri di più
Stiftung Warentest No, non c’è il test del sandalo da trekking.
Eco test No, non c’è il test del sandalo da trekking.
Konsument.at No, non c’è il test del sandalo da trekking.
Ktipp.ch No, non c’è il test del sandalo da trekking.

Purtroppo, come si evince dalla tabella, nessuna delle note riviste di consumo ha ancora effettuato una prova sui sandali da trekking. Se dovessi effettuare un test in futuro, questo verrà aggiunto nella tabella.

FAQ – Domande frequenti sui sandali da trekking

Qui puoi scoprire come prenderti cura adeguatamente dei tuoi sandali da trekking, se esistono sandali da trekking sostenibili e vegani e cosa considerare quando acquisti sandali per bambini. Rispondiamo alle tue domande più frequenti sui sandali da trekking.

Ci sono sandali da trekking per bambini?

Sì, c’è una grande selezione di sandali da trekking pensati per i bambini. Questi modelli sono progettati per piedi stretti e un peso corporeo inferiore rispetto ai sandali per adulti. I sandali per bambini sono quindi più leggeri dei modelli per adulti.

Certo, è importante che a tuo figlio piaccia indossare i sandali. Ciò è garantito dalle opzioni in colori brillanti e luminosi.

Consiglio: Chiedi a tuo figlio di indossare e togliere i sandali da solo nel negozio per vedere se è troppo complicato. Se non funziona nel negozio, è meglio riconsiderare l’acquisto.

Come puoi prenderti cura dei tuoi sandali da trekking?

L’acquisto di un sandalo da trekking è generalmente ben ponderato e, a seconda del modello, non economico. Certo, vuoi essere in grado di usare il tuo sandalo per molti anni ed escursioni. La cura adeguata del tuo sandalo da trekking è essenziale per questo. Ecco come farlo nel modo giusto.

Lava i sandali da trekking

Di solito puoi lavare a mano i tuoi sandali da trekking con acqua. Poiché la maggior parte dei sandali da trekking sono impermeabili, non devi preoccuparti di danneggiare il materiale. Sia i sandali da trekking in plastica idrorepellente che i sandali in pelle rivestita sono spesso resistenti all’acqua. Tuttavia, è meglio stipulare prima un’assicurazione con il produttore.

Dovresti usare sapone o altri prodotti per la cura durante il lavaggio solo se il produttore lo consiglia espressamente.

Sandali da trekking che non puzzano: ecco come funziona!

Dopo giorni di escursioni, può capitare che i tuoi sandali da trekking non abbiano più un profumo così fresco.

Un modo per prevenire i sandali maleodoranti è indossarli con i calzini. Il calzino assorbe la maggior parte del sudore, quindi il sandalo stesso assorbe l’odore molto più lentamente. Dovresti anche pulire regolarmente i tuoi sandali da trekking secondo le istruzioni del produttore.

Se le tue scarpe hanno già acquisito un odore sgradevole, dovresti cercare di uccidere i batteri. Perché la formazione di batteri e funghi fa sì che la tua scarpa abbia un cattivo odore.
Spesso si consigliano metodi come il congelamento o lo sfregamento con l’olio dell’albero del tè. Tuttavia, il trattamento con l’olio dell’albero del tè è piuttosto controverso. Altrimenti puoi sempre trattare i tuoi sandali da trekking con un agente protettivo antimicotico.

Esistono sandali da trekking sostenibili e vegani?

L’abbigliamento outdoor sostenibile e vegano sta diventando sempre più popolare. Gli escursionisti non vogliono solo scarpe belle e funzionali. Vogliono sandali che abbiano il minor impatto negativo possibile sul loro ambiente e non siano associati alla sofferenza degli animali.

Prima di tutto, dovresti evitare i sandali da trekking in pelle per una versione vegana. Fortunatamente, ora ci sono molti modelli realizzati in fibra sintetica.

Nota: I sandali da trekking in fibra sintetica sono molto facili da curare. Inoltre, di solito mantengono la loro forma e, a differenza dei sandali in pelle, non si espandono nel tempo.

Ad esempio, puoi ottenere modelli vegani da TOVA o Jack Wolfskin. In generale, dovresti sempre prestare attenzione alle informazioni sul sito Web del produttore. Se una scarpa è vegana, di solito ciò è confermato da un sigillo o da una nota del produttore.

Indossi sandali da trekking con o senza calzini?

Il sandalo da trekking è molto flessibile in questo senso. Puoi indossarli con i calzini o a piedi nudi a seconda di come ti senti più a tuo agio. A piedi nudi hai il vantaggio di uno migliore Ventilazione. Se indossi i calzini, è probabile che il tuo sandalo assuma un odore sgradevole più lentamente.

Sandali da trekking con calzini

Anche con i calzini, i sandali da trekking possono essere pratici e belli da vedere!

Se devi attraversare piccoli ruscelli durante l’escursione, si consiglia di indossare senza calze. Perché i sandali da trekking stessi possono essere impermeabili, ma i tuoi calzini non lo sono e con i calzini bagnati l’escursione è purtroppo solo la metà più bella.

Esistono alternative ai sandali da trekking?

Anche se i tuoi sandali da trekking sono così comodi da non volerli più togliere, un po’ di varietà non guasta mai. Soprattutto quando si fanno escursioni a temperature più basse o in montagna, le scarpe da trekking o gli scarponi da trekking sono un’alternativa affidabile. Puoi trovare maggiori informazioni sugli scarponi da montagna qui.

Ulteriori fonti

Le trovi qui I 10 sentieri più belli della Germania

E qui va al 10 migliori percorsi di trekking in Europa

* Ci colleghiamo a negozi online selezionati e partner da cui potremmo ricevere un compenso. Come partner Amazon, guadagno da vendite qualificate


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.