Soprattutto oggigiorno, una tranquilla passeggiata all’aria aperta o un’escursione nella foresta è un gradito cambiamento. Questo non solo ha effetti positivi sulla salute fisica, ma anche sulla psiche. Il berretto da escursionismo fa parte dell’attrezzatura di base per potersi godere l’escursionismo spensierato e con tutte le condizioni atmosferiche. In questo articolo abbiamo raccolto i criteri di acquisto più importanti e ci dedichiamo anche agli attuali test sui cappelli da trekking.

I nostri preferiti

Il miglior cappello safari pieghevole: Obling cappello da sole
“Alta qualità e molto funzionale.”

Il miglior cappello da trekking sotto la pioggia: Jack Wolfskin Texapore Ecosphere
“Mantiene la testa asciutta e garantisce sicurezza.”

Il miglior cappello da trekking dal look vintage: Stetson Vagabund Traveller
“Questo cappello da trekking riporta lo stile del selvaggio West.”

Il migliore e più elegante cappello in feltro da trekking: Stetson Yutan
“Elegante e protetto su colline e valli.”

Il miglior cappello da esterno per i più piccoli: Ami & Li tutti Sonnenhut
“In questo modo i piccoli restano ben protetti dal vento e dalle intemperie.”

Il miglior cappello da trekking come berretto per bambini: Vaude Kids Sahara Cap III
“Un buon compagno per il tuo bambino in tutte le escursioni.”

Indice

l’essenziale in breve

  • Il cappello da trekking giusto protegge in modo affidabile te e il tuo bambino dal vento e dalle intemperie.
  • Grazie all’ampia tesa, il tuo viso rimane protetto e non avrai lacrimazione negli occhi.
  • Un sottogola sul cappello da trekking gli consente di rimanere saldamente in posizione anche con venti più forti.
  • È importante scegliere il cappello da trekking giusto in base alle sue funzioni e alle preferenze personali.
  • Le dimensioni del cappello dovrebbero essere determinate in modo abbastanza preciso, ma ci sono alcuni cappelli che possono essere regolati in dimensioni.

I migliori cappelli da trekking: i preferiti dagli editori

Per facilitarti la scelta del cappello da trekking giusto, abbiamo messo insieme i nostri preferiti per te qui.

Il miglior cappello da safari pieghevole: il cappello da sole Obling

Cosa ci piace:

  • blocca il 50% dei raggi UV
  • è molto traspirante grazie alla sua struttura in rete sul bordo del cappello
  • il cappello si asciuga molto velocemente
  • è realizzato al 100% in cotone ed è comodo da indossare
  • ha una coulisse per il fissaggio al mento
  • può essere facilmente variato di dimensioni per mezzo di una fascia
  • la falda è regolabile grazie ai bottoni
Cosa non ci piace:

  • La struttura a rete lascia passare la pioggia e un po’ di sole

Valutazione editoriale

Il cappello da sole in stile safari di Obling è perfetto per una varietà di occasioni, come il campeggio, l’escursionismo, le passeggiate o come cappello da giardino. È adatto principalmente per l’uso con tempo soleggiato. Il cappello è qui offerto in 4 diversi colori ed è più adatto a persone con una circonferenza della testa compresa tra 58 cm e 60 cm.

Il cappello da escursionismo blocca fino al 50% di radiazioni UV, ma lascia passare alcune radiazioni attraverso il materiale in rete traspirante. Anche qui dovrebbe essere usata la protezione solare, specialmente per le persone senza capelli. Se vieni sotto la pioggia, il cappello terrà fuori solo leggermente la pioggia, ma si asciugherà rapidamente.

Grazie ai bottoni sul lato del cappello, la tesa può essere ripiegata a piacere. Inoltre, il sottogola mantiene saldamente il cappello sulla testa. L’utilizzo del 100% cotone rende il cappello molto leggero, comodo da indossare e si asciuga rapidamente quando è bagnato.

Inoltre, il cappello può essere facilmente piegato. Può essere riposto rapidamente in tasca o nell’armadio di casa.

Il miglior cappello da trekking sotto la pioggia: Jack Wolfskin Texapore Ecosphere

Cosa ci piace:

  • il cappello è impermeabile grazie al suo tessuto esterno
  • è anche molto antivento
  • la pulizia può essere facilmente effettuata in lavatrice
  • è pieghevole e può essere riposto ovunque
  • tesa di buone dimensioni su orecchie, fronte e collo
  • Un fischietto di segnalazione integrato per le emergenze è integrato nel cordoncino
Cosa non ci piace:

  • Il cordoncino è leggermente più lungo rispetto a modelli comparabili

Valutazione editoriale

Questo cappello da pioggia da trekking Texapore Ecosphere è di Jack Wolfskin. È disponibile in nero nelle taglie M e L. Secondo il produttore, ciò corrisponde a una circonferenza della testa da 56 cm a 61 cm. La tesa del cappello è larga 7 cm e offre una protezione ottimale delle orecchie, del collo e del viso dall’umidità e dai raggi solari.

Il cappello è parzialmente traspirante ed è realizzato al 100% in poliestere. Questo lo rende impermeabile e antivento. Inoltre, questo cappello da trekking è molto facile da pulire, poiché può essere facilmente lavato in lavatrice.

Il cappello da esterno può anche essere facilmente piegato e riposto facilmente. Una coulisse sotto il mento permette di attaccare saldamente il cappello alla testa e, se necessario, di appenderlo sulle spalle. Va notato che il cavo del cordoncino è anche leggermente più lungo rispetto a modelli comparabili.

C’è un fischietto di segnale integrato sul cordoncino, con il quale puoi facilmente attirare l’attenzione su di te in situazioni difficili.

Bester Wanderhut dal look vintage: Stetson Vagabund Traveler

Cosa ci piace:

  • il cappello ha uno stile vintage con un bel rivestimento lavato a vernice
  • contiene un’alta percentuale di cotone, che protegge dalla sudorazione
  • questo cappello è comodo da indossare
  • il cappello è in gran parte idrorepellente
  • 40 volte la protezione UV protegge anche chi lo indossa dal sole intenso
Cosa non ci piace:

  • dovrebbe essere lavato solo a mano
  • non ha il sottogola

Valutazione editoriale

Questo cappello da trekking chiamato “Vagabund” di Stetson è un vero colpo d’occhio. Il vagabondo è qui proposto in cinque diverse misure. Con il suo aspetto vintage, questo cappello ha un bell’aspetto e ricorda i vecchi tempi. Ma può anche essere visto funzionalmente.

Il cappello è realizzato in 50% cotone e 50% poliestere. Questo gli dà 40 volte la protezione UV ed è anche impermeabile. Grazie ai piccoli occhielli di ventilazione sul lato del cappello, può essere indossato in tutte le condizioni atmosferiche e non si suda così facilmente anche sotto il sole forte. È anche perfetto per ogni stagione.

Anche la tesa del cappello serve bene qui per tenere il sole e l’acqua lontani dal viso e dal collo. Il cappello non ha un sottogola, ma rimane comunque saldamente e comodamente. Al fine di preservare la forma e la qualità del cappello, tuttavia, dovrebbe essere sempre pulito a mano.

Inoltre, il cappello non deve essere schiacciato troppo o per lunghi periodi di tempo, poiché questo potrebbe cambiare la forma.

Il miglior e più elegante cappello in feltro da trekking: Stetson Yutan

Cosa ci piace:

  • design molto bello ed elegante, fascia per cappello e con decorazione di piume
  • schiacciabile per una facile conservazione
  • realizzato in feltro di lana di alta qualità
  • offre protezione contro acqua, oli e sporco
  • è piacevolmente caldo e allo stesso tempo traspirante
Cosa non ci piace:

  • la pulizia deve essere effettuata solo con il lavaggio a mano
  • viene consegnato senza sottogola

Valutazione editoriale

Questo elegante cappello in feltro Yutan di Stetson offre una protezione ottimale contro gli agenti atmosferici esterni durante le escursioni. Ha anche la forma del cappello da viaggiatore molto elegante e ci sono delle piume attaccate alla fascia del cappello. Queste piccole molle possono anche essere facilmente rimosse o sostituite.

Viene qui offerto in sei taglie e tre colori. È stato realizzato con un feltro di lana e può mantenere la testa calda anche nelle giornate fredde. Offre inoltre protezione da acqua, oli e sporco e può essere indossato senza problemi anche sotto la pioggia. Il cappello è anche schiacciabile e può essere facilmente portato con te durante i viaggi.

Questo cappello ha anche una fascia in pelle nabuk dal design chiaro e semplice. Di conseguenza, questo cappello è ugualmente popolare con ogni genere.

Il cappello va pulito solo a mano, in quanto potrebbe deformarsi in lavatrice e il feltro potrebbe mostrare segni di usura.

Il cappello viene consegnato senza sottogola, in quanto dovrebbe essere più di un design nobile.

Il miglior cappello da esterno per i più piccoli: il cappello da sole Ami & Li tots

Cosa ci piace:

  • il cappello offre una protezione solare UPF 50+
  • è realizzato al 100% in cotone
  • Circonferenza della testa foglie aggiusta qualcosa grazie alla fibbia
  • Brim offre protezione dal sole e pioggia limitata
  • il cappello può essere facilmente attaccato usando il sottogola
Cosa non ci piace:

  • il cappello è leggermente più grande di quanto dichiarato

Valutazione editoriale

Questo cappello da esterno per bambini di Ami & Li tots offre al tuo bambino soprattutto una protezione dal sole. Il cappello è disponibile in diversi colori e nelle taglie dalla S alla L. Bisogna fare attenzione per assicurarsi che gli utenti dichiarino che il cappello è un po’ più grande, ma che anche la fibbia può essere ridotta.

La taglia S è consigliata per bambini da 0 a 9 mesi con circonferenza della testa fino a 44,45 cm. Per la taglia M, il bambino dovrebbe avere un’età compresa tra 9 mesi e 4 anni o avere una circonferenza della testa fino a 49,53 cm. La taglia L più grande è adatta a bambini dai 3 ai 12 anni, che dovrebbero avere una circonferenza della testa fino a 55,88 cm. Tuttavia, gli utenti segnalano che il cappello è leggermente più grande.

Il cappello da sole ha un UPF di 50+ e la tesa protegge anche il collo, le orecchie e la fronte del tuo bambino dal sole. Inoltre, è realizzato al 100% in cotone e può quindi assorbire bene il sudore e proteggere così la pelle dei bambini dalla sudorazione.

Il cappello è lavabile in lavatrice e quindi facile da pulire. Grazie al sottogola, il cappello può essere attaccato bene e saldamente alla testa e quindi non può essere soffiato via o scivolato.

Il miglior cappello da trekking come berretto per bambini: Vaude Kids Sahara Cap III

Cosa ci piace:

  • una buona protezione solare con UPF 50+ è offerta qui
  • il cappuccio ha una protezione aggiuntiva per il collo
  • è facile da curare e ad asciugatura rapida
  • è stato realizzato con materiali ecocompatibili
  • il berretto è leggero e comodo da indossare
Cosa non ci piace:

  • la protezione del collo non è rimovibile

Valutazione editoriale

Questo berretto Sahara di Vaude è pensato principalmente per i bambini. Offre una pratica protezione solare e una testa fresca per tutte le attività all’aperto. Il berretto è disponibile nelle taglie dalla S alla L e in 4 diversi colori. I bambini in particolare di solito preferiscono indossare un berretto piuttosto che un normale cappello o berretto.

Vaude combina il design di un berretto con i vantaggi di un cappello da trekking. La cuffia funzionale protegge la testa e la fronte del bambino dal sole durante le attività all’aperto. La protezione per il collo protegge anche le orecchie e il collo dal sole e dal vento. Questa protezione per il collo non può essere rimossa, ma può essere semplicemente piegata verso l’interno se necessario.

Il cappuccio è di facile manutenzione e ad asciugatura rapida grazie al materiale supplex. È realizzato al 100% in poliammide. Vaude produce i suoi prodotti in modo ecologico con materiali sostenibili. Secondo l’etichetta, per questo cappuccio si consiglia un semplice lavaggio a mano, che secondo gli utenti è completamente sufficiente. Alcuni utenti hanno pulito il tappo in lavatrice, il che non è stato un problema.

Guida all’acquisto di cappelli da trekking

Qui troverai le caratteristiche più importanti di un cappello da trekking per trovare il cappello giusto per te.

Quali sono i criteri di acquisto più importanti per i cappelli da trekking?

I cappelli da trampoliere fanno parte dell’attrezzatura di base se ti piace stare fuori più a lungo. Durante le escursioni nei boschi o nella natura, è semplicemente meglio indossare il giusto copricapo. Abbiamo brevemente riassunto per te cosa cercare quando acquisti un cappello per l’escursionismo.

Lo scopo del cappello da trekking

Vento, pioggia, sole e tutti i tipi di sporco vengono tenuti lontani dalla testa e dai capelli quando si utilizza un cappello da trekking. Spesso è importante anche proteggere le orecchie e il collo, soprattutto dalla pioggia. Nei mesi più freddi dell’anno, può anche tenere la testa calda.

Un cappello da trekking leggero è di solito sufficiente per brevi escursioni senza zaino e solo per una breve distanza. Se invece cerchi la massima protezione, i cappelli da trekking a tesa larga e robusti sono una buona idea.

I cappelli da sole hanno una buona ventilazione per mantenere la testa fresca, mentre i cappelli hardshell in particolare hanno membrane antivento e impermeabili.

Indipendentemente dal fatto che tu preferisca i cappelli da trekking con protezione UV o i cappelli antipioggia, è consigliabile affidarsi alla qualità. Questo è l’unico modo per essere sicuri che il cappello da escursionista, e da indossare all’aperto in genere, fornisca un servizio affidabile per lungo tempo, anche se esposto a polvere, intemperie e sudore.

Ecco un breve video con cinque buoni motivi per indossare un cappello da trekking:

La taglia del cappello e l’età di chi lo indossa

A seconda dell’età di chi indossa il cappello e, naturalmente, della circonferenza della testa risultante, è importante determinare la taglia corretta del cappello per poter utilizzare la funzione ottimale del cappello da esterno. Ci sono anche cappelli da trekking che possono essere usati universalmente per bambini e genitori. Un cordino sul retro dei cappelli assicura che possano essere regolati per tutte le taglie.

Dovresti assicurarti che i cappelli da trekking siano ben aderenti, ma non limitino la testa, ma siano comodi per un periodo di tempo più lungo.

Con i bambini piccoli, tuttavia, di solito richiede un cappello più piccolo. Qui si consiglia di utilizzare un cappello da esterno appositamente progettato per i più piccoli. Questi troppo spesso hanno un cavo per la regolazione della taglia e possono quindi crescere con loro per un po’.

Qui abbiamo creato una piccola tabella per determinare la taglia del tuo cappello, ma tieni presente che la dimensione può variare a seconda del produttore.

Circonferenza della testa in cm Dimensione del cappello
da 52 a 53 XS
da 54 a 55 S
da 56 a 57 m
da 58 a 59 l
da 60 a 61 XL
da 62 a 63 XXL
da 64 a 65 XXXL

Modelli di cappelli da trekking per forma e tipo

Esistono vari modelli di cappelli da trekking. Il normale cappello da esterno, un cappello da cowboy, un cappello estivo e molti altri. Di seguito abbiamo descritto alcuni modelli e i loro vantaggi in modo più dettagliato.

Una donna indossa il suo cappello da escursionista

Un cappello per l’escursionismo può essere trovato in molti modelli diversi. Ma quali sono i migliori?

Forme di cappelli da escursionismo

Ti abbiamo fatto conoscere alcune forme funzionali e soprattutto selezionate di cappelli e ti diamo informazioni su come utilizzarle durante le escursioni.

Cowboyhut

Il cappello da cowboy è anche chiamato cappello occidentale o mandriano. La sua forma tipica ha una tesa larga che corre leggermente verso l’alto sul lato e solitamente anche una fascia per cappello. Il cappello da cowboy viene utilizzato principalmente solo per proteggere il viso e il collo dal sole.

capanna del viaggiatore

Il cappello da viaggiatore si distingue soprattutto per la sua forma elegante. Questi cappelli hanno una tesa larga e curva e rientranze arrotondate su entrambi i lati.

Trilbyhüte

I cappelli trilby non sono proprio adatti per l’escursionismo di questi tempi. Nonostante il fatto che di solito siano moderatamente idrorepellenti e repellenti allo sporco, è più probabile che vengano prodotti come accessori di moda con funzioni limitate.

Capanna Boonie

La forma boonie ha un bordo circonferenziale per proteggere da sporco, sole e pioggia. Questi cappelli di solito hanno anche una coulisse sul mento.

Consiglio: Alcuni boonie hat si deformano dopo un po’. Per tornare alla forma originale, c’è un trucco dei militari. Il cappello viene bagnato, pressato nella forma e asciugato durante la notte dietro il riscaldatore.

Specie di cappelli da trekking

Nel caso dei tipi di cappello da escursionismo, non si tratta tanto della forma del cappello quanto della funzione generale che il cappello da trekking può svolgere e a cosa dovresti prestare attenzione.

capanna di pioggia

Un cappello da pioggia di solito fa ciò che suggerisce il nome, tenendo fuori la pioggia. Nella maggior parte dei casi, viene utilizzato materiale impermeabile. Assicurati, tuttavia, che alcuni cappelli antipioggia trattengono il calore e che tu possa sudare facilmente, soprattutto nei climi più caldi.

Inoltre, dovresti prestare attenzione a una tesa adeguata, altrimenti l’acqua piovana potrebbe raggiungere il viso o il collo.

cappello da sole

Il cappello da sole ha principalmente lo scopo di proteggere chi lo indossa dalle radiazioni UV dannose. L’UPF specificato dovrebbe essere osservato qui. La maggior parte di questi cappelli ha anche un tessuto a rete incorporato. I fori garantiscono una buona traspirabilità e la sudorazione deve essere prevenuta. Bisogna però fare attenzione che i buchi non siano troppo grandi e che in questo punto possa penetrare troppo sole.

Tuttofare

Con un tuttofare, tutte le condizioni ambientali sono coperte. È impermeabile, protegge dal sole ed è traspirante. si applica Tuttavia, dovresti prestare attenzione anche al tipo di tessuto e alla tesa del cappello.

Nota: I cappelli da escursionismo dovrebbero proteggere la testa e, a seconda delle dimensioni della tesa, il viso e il collo dall’eccessiva esposizione al sole e dai dannosi raggi UV. In alternativa, ti consigliamo modelli che sono anche armati contro l’umidità, nel caso in cui ti sorprenda la pioggia mentre cammini.

I materiali di cui dovrebbe essere fatto un cappello da trekking

I cappelli da pioggia realizzati con tessuti appositamente trattati come Gore-Tex, modelli ariosi in cotone o lino, cappelli di feltro e cappelli di paglia sono i migliori copricapi per gli escursionisti. I materiali traspiranti sono da preferire, in quanto puoi sudare rapidamente durante le escursioni.

provato

Cappello da escursionismo realizzato in feltro di lana dal sole e anche dall’umidità. Se un acquazzone ti sorprende durante la tua escursione, sei ben equipaggiato con un modello in feltro di lana. I cappelli da uomo e da donna in feltro sono traspiranti, antistatici e autopulenti.

Poliestere

Il poliestere si riferisce a una vasta famiglia di polimeri sintetici, ovvero le materie plastiche. Il poliestere è stato sviluppato in modo tale da avere soprattutto proprietà traspiranti ed è anche in gran parte idrorepellente. È anche dimensionalmente stabile e di facile manutenzione. Questo ha il vantaggio che questi cappelli si asciugano rapidamente e di solito sono anche resistenti ai raggi UV.

cotone

Il cotone può assorbire il sudore e proteggere la pelle. Anche il cotone è un materiale naturale e ha il vantaggio di sentirsi molto bene sulla pelle, è molto comodo da indossare ed è delicato sulla pelle.

Gore Tex

Gore-Tex è un materiale funzionale per l’abbigliamento outdoor e l’attrezzatura outdoor. È caratterizzato da una membrana microporosa estremamente fine. I cappelli in Gore-Tex sono idrorepellenti, molto antivento e permeabili al vapore acqueo.

Bordo gocciolante e coulisse sul cappello da trekking

Quando si cammina su colline e valli e attraverso la foresta, è un vantaggio se il cappello da esterno può essere fissato con una corda sotto il mento in modo che non scivoli o cada. Con una fascia per cappello o un sottogola, il cappello può essere rimosso casualmente dalla testa e lasciato appeso sul retro.

I cappelli da trekking a tesa larga sono anche pratici per proteggere il viso da pioggia e sole. Il bordo antigoccia guida l’acqua piovana in modo specifico oltre il collo e il viso.

Quali marche producono cappelli da trekking di qualità?

Qui abbiamo raccolto per te importanti informazioni sulle aziende di abbigliamento outdoor professionale. Quindi non solo puoi avere un’idea dei prodotti, ma anche dell’azienda dietro di essi.

MAMMUT

È un marchio svizzero premium per l’outdoor, le sue radici risalgono al 1862.

Nella produzione di tutti i suoi prodotti, Mammut punta a una produzione pulita per proteggere l’ambiente. Qui vengono utilizzati processi di produzione puliti a basse emissioni. Garantisce inoltre che nessuna sostanza nociva venga dispersa nell’ambiente.

Inoltre, l’azienda si è posta l’obiettivo strategico di convertire gradualmente tutti i trattamenti dei suoi prodotti in alternative prive di PFC in un processo orientato alle prestazioni.

Per proteggere gli animali, MAMMUT si sforza anche di ottenere solo materiali di origine animale da allevamenti responsabili. MAMMUT si basa su standard di benessere animale rigorosi, indipendenti e certificati che offrono la piena tracciabilità fino all’allevamento.

La parete nord

Il nome North Face prende il nome dal lato più freddo e spietato di una montagna. Il marchio offre una gamma completa di abbigliamento, attrezzatura e calzature ad alte prestazioni. The North Face ha fatto della sostenibilità una delle sue componenti fondamentali. Molti dei tuoi prodotti contengono anche plastica riciclata.

IN FORMA

BUFF è originario di Igualada, un piccolo paese vicino a Barcellona. La loro sede è ancora lì nella regione oggi. I prodotti BUFF non sono solo pratici, ma creano anche una sensazione unica sulla pelle. Ecco perché i prodotti sono adatti per sport estremi, piacevoli escursioni o semplicemente per l’uso quotidiano.

Vaude

Vaude è un noto marchio di sport all’aria aperta. Il marchio pone particolare attenzione ai fattori ecologici e sociali. L’obiettivo è raggiungere la neutralità climatica globale per i prodotti entro il 2024, che sono principalmente realizzati con materiali a base biologica o riciclati.

Vaude promuove anche la diversità e sostiene la diversità e le pari opportunità.

L’azienda ha anche vinto innumerevoli premi. Solo nel 2020 Vaude ha ricevuto il Lammsbräu Sustainability Award 2020 nella categoria “Azienda a conduzione familiare” in riconoscimento del suo impegno olistico e a lungo termine.

Stetson

Stetson porta in Europa i copricapi della cultura del selvaggio West. L’azienda offre una vasta gamma di articoli alla moda della migliore qualità e dal design fresco. Il marchio si pone elevati standard di qualità e servizio.

Dove posso acquistare cappelli da trekking?

I cappelli da trekking sono disponibili nei negozi di abbigliamento, principalmente nei negozi di articoli sportivi all’aperto e, naturalmente, online. La maggior parte dei marchi professionali ha il proprio sito Web in cui presentano e vendono i propri prodotti. Su piattaforme come Amazon è inoltre possibile acquistare e confrontare molti cappelli da trekking di varie marche.

Quanto costa un cappello da trekking?

A seconda del materiale, delle funzioni e delle preferenze personali, puoi acquistare un buon cappello da trekking da un minimo di 20 euro a oltre 200 euro. Dovresti sempre prestare attenzione allo scopo per cui deve essere utilizzato il cappello da trekking.

Un modello più economico può essere sufficiente per brevi escursioni. Tuttavia, se si desidera percorrere colline, valli e foreste per diversi giorni, è consigliabile scegliere un modello leggermente più costoso con più funzioni.

Consiglio: Non pensare solo al prezzo al momento dell’acquisto. Un cappello da trekking può essere un buon compagno per molti anni.

Accessori importanti per i tuoi cappelli da trekking

Esistono numerosi accessori per i cappelli da trekking che possono essere utilizzati per mantenerli, abbellirli o riporli. Ciò che è meglio per il tuo cappello da trekking deriva sempre dal materiale e dalla forma del cappello.

due vagabondi

Con un cappello da trekking si va spesso su colline e valli. Pertanto, il tuo cappello da escursionismo deve resistere molto più e più volte. Gli accessori giusti possono aiutarlo in questo.

Penna per gioielli

Le piume dei gioielli migliorano l’aspetto di un cappello. Questi sono usati su cappelli con una fascia per cappelli. Di solito questo è il caso di un cappello da viaggiatore.

Hutkoffer

Le custodie per cappelli possono essere utilizzate universalmente per ogni cappello. Per lo più, tuttavia, questo è il caso dei cappelli rigidi, che non dovrebbero essere attorcigliati.

Spray di manutenzione

Per mantenere le superfici di un cappello, dovresti usare lo spray per la cura adatto al materiale del cappello. Di solito si consiglia anche un pennello adatto.

Korkeinlagen

Intarsi in sughero come strisce sono incollate nel cappello per ottimizzare la vestibilità. Queste strisce sono generalmente autoadesive e sono disponibili in lunghezze universali.

Panoramica del test dei cappelli da trekking: quali sono i migliori?

Abbiamo selezionato per te cosa dicono riviste di test selezionate sui cappelli da trekking.

Testmagazin Test del cappello da escursionismo disponibile? Anno di pubblicazione Accesso libero Scopri di più
Stiftung Warentest no
Eco test no
Konsument.at no
Ktipp.ch no

FAQ – Domande frequenti sui cappelli da trekking

Di seguito abbiamo risposto alle domande più frequenti sul cappello da trekking per te.

Quale taglia di cappello da trekking è quella giusta?

Qui abbiamo creato una piccola tabella per determinare la taglia del tuo cappello. Si prega di notare, tuttavia, che le dimensioni possono variare leggermente a seconda del produttore.

Puoi trovare maggiori informazioni su questo sotto: La taglia del cappello e l’età di chi lo indossa.

Circonferenza della testa in cm Dimensione del cappello
da 52 a 53 XS
da 54 a 55 S
da 56 a 57 m
da 58 a 59 l
da 60 a 61 XL
da 62 a 63 XXL
64 a 65 XXXL

Cosa deve essere in grado di fare il cappello da trekking?

Idealmente, i cappelli da trekking dovrebbero proteggere la testa e, a seconda delle dimensioni della tesa, il viso e il collo dall’eccessiva esposizione al sole, dai dannosi raggi UV e dall’umidità. Anche materiali speciali come il Gore-Tex possono essere traspiranti e quindi prevenire in gran parte la sudorazione sotto il cappello.

Un cordino sul cappello consente di regolare la taglia in modo ottimale e un sottogola aggiuntivo fissa nuovamente il cappello per la migliore vestibilità.

Perché hai bisogno di un cappello da trekking?

Un cappello da trekking è consigliato per escursioni spensierate. Tiene lontano dalla testa sporco, sole e pioggia. Può anche mantenere la testa calda, soprattutto nei mesi più freddi dell’anno. Abbiamo riassunto di più su questo per te qui.

Dove si tiene un cappello da trekking?

I cappelli da trekking pieghevoli o flessibili possono essere facilmente riposti in uno zaino, nell’armadio o nel guardaroba. Gli elmetti sono meglio conservati in una cappelliera.

È anche meglio pulire almeno leggermente il cappello prima di riporlo. Se questo è ancora bagnato o umido, dovrebbe prima asciugarsi all’aria prima di riporlo.

Come si pulisce e si prende cura di un cappello da trekking?

Ci sono spazzole speciali e spray per la cura per pulire e curare i cappelli da trekking o i cappelli da esterno in generale. Presta attenzione al materiale di cui è fatto il tuo cappello e scegli un prodotto adatto al tuo cappello da trekking.

Ulteriori fonti

Blog di escursioni attraverso splendidi paesaggi

Blog escursionistico su collina e valle

* Ci colleghiamo a negozi online selezionati e partner da cui potremmo ricevere un compenso. Come partner Amazon, guadagno da vendite qualificate


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.