Stai cercando un nuovo zaino da trekking? La tua prima vera escursione forse sta arrivando o ne hai solo bisogno di una nuova? Vorresti sapere qual è lo zaino da trekking più adatto a te, ma trovi difficile scegliere tra la moltitudine di modelli? Nella nostra guida agli zaini da trekking, ti forniamo ampie informazioni utili sull’acquisto di uno zaino da trekking, presentiamo i nostri preferiti e ti forniamo una panoramica di prova degli zaini da trekking. Troverai sicuramente qualcosa da noi!

Indice

l’essenziale in breve

    • Solo lo zaino da trekking ha reso possibile l’alpinismo o il turismo come attività per il tempo libero.
    • Il comfort qui non è quindi un lusso, ma il fattore decisivo.
    • Con il giusto sistema di trasporto, trasportare i bagagli non sarà una tortura.
    • Quando si sceglie uno zaino da trekking, la durata e la stabilità giocano un ruolo importante.
    • Con la scelta del materiale puoi anche sottolineare il tuo stile di vita.
    • Esistono diversi sistemi di riempimento per l’imballaggio e il disimballaggio.

I migliori zaini da trekking: i preferiti dagli editori

Qui abbiamo raccolto per te i migliori zaini per tour brevi e medi di varie marche e dimensioni.

Avviso per gli acquisti: Il numero dopo il nome del modello sotto la pioggia indica il volume di imballaggio. Spesso lo stesso modello è disponibile in diverse dimensioni.

Gli zaini da giorno e da viaggio sono disposti in ordine crescente in base al volume di imballaggio.

Zaino più leggero per le gite di un giorno: DEUTER Speed ​​Lite 24

Cosa ci piace:

  • collaudate serie di modelli di Deuter
  • copertura antipioggia riponibile inclusa
  • scomparto integrato per una sacca d’idratazione
Cosa non ci piace:

Non siamo riusciti a trovare un punto negativo.

Se vuoi essere il più leggero possibile sui tuoi piedi, questo piccolo zaino di Deuter è particolarmente adatto a te. I modelli sono stati migliorati più e più volte nel corso degli anni e sono molto popolari.

Lo zaino Speed ​​Lite di Deuter è molto versatile. Ad esempio, puoi attaccare i tuoi bastoncini da trekking, piccozza e occhiali da sole. E le cinghie di compressione si chiudono sulla parte anteriore dello zaino in modo da poterci mettere gli sci o lo snowboard. L’imbottitura nella parte posteriore del contatto è progettata per essere traspirante.

La cerniera in alto al centro permette un accesso facile e veloce al contenuto.

Volume: 24 L | il peso: 771 gr. | Dimensioni: 55 x 29 x 18 mm | Materiale: Poliammide

Comodo zaino da donna: Lowe Alpine Airzone Trail Nd24

Cosa ci piace:

  • buona circolazione dell’aria attraverso il dorso AirZone
  • parapioggia integrato nella parte inferiore
  • pratico sistema di regolazione delle cinghie
Cosa non ci piace:

Non siamo riusciti a trovare un punto negativo.

Uno zaino con un volume di 24 litri, ad esempio, può contenere: 3 scatole Tupperware di medie dimensioni, una borraccia (1,5 l), un set da ferrata e una giacca antivento e antipioggia e spazio aggiuntivo per altre cose come un portafoglio , bastoni da trekking e binocolo.

La Lowe Alpine Airzone ti offre un livello di comfort davvero elevato con ventilazione posteriore simultanea per un’esperienza di escursionismo spensierata. È consigliato anche da portatori di zaini esperti. Anche gli utenti inesperti andranno molto d’accordo con il sistema di regolazione individuale delle cinghie.

La cerniera in alto al centro permette un accesso facile e veloce al contenuto.

Volume: 24 L | il peso: 939 gr. | Dimensioni: 60 x 25 x 26 mm | Materiale: 70% nylon, 30% poliestere

Compagno sportivo per escursioni giornaliere: Vaude Brenta 25

Cosa ci piace:

  • Comodo e piacevolmente fresco grazie al retro in rete
  • Parapioggia integrato nel proprio scomparto
  • cinture imbottite
Cosa non ci piace:

Non siamo riusciti a trovare un punto negativo.

Lo zaino è dotato di numerose funzioni. Con un’uscita sullo zaino e un supporto sulla fascia toracica, puoi integrare idealmente un tubo per bere. Puoi fissare i tuoi bastoncini da trekking alle staffe fornite e le cinghie di compressione laterali riducono al minimo il volume del contenuto.

Il Brenta di Vaude è anche particolarmente adatto alla condivisione in famiglia, ad esempio. Perché la lunghezza della schiena è infinitamente regolabile. Il Brenta è uno zaino da escursionismo che non giace direttamente sulla schiena, ma anzi garantisce una buona ventilazione attraverso un dorso in rete.

Volume: 25 L | il peso: 1070 gr. | Dimensioni: 55 x 32 x 25 mm | Materiale: 100% poliammide

Zaino da escursionismo con funzionalità sofisticate: Salewa MTN Trainer 28

offerta

Cosa ci piace:

  • Tracolla divisa per un maggiore comfort
  • design semplice e massima funzionalità
  • copertura antipioggia riponibile inclusa
  • Possibilità di collegare un sistema di abbeveraggio

Cosa non ci piace:
Non siamo riusciti a trovare un punto negativo.

Grazie allo speciale sistema dorsale sviluppato da Salewa, lo zaino è aderente al corpo e la schiena è ben ventilata tramite speciali canali 3D. L’imbottitura dello schienale è divisa in due parti, il che significa che la parte centrale della schiena può essere ben ventilata. Come marchio di fabbrica, gli spallacci sono divisi in due parti, per sdraiarsi meglio e far entrare più aria nel tuo corpo allo stesso tempo. La compressione non viene rilasciata tramite cinghie attraverso lo zaino, ma solo tramite una cinghia di ancoraggio nella parte superiore della schiena.

I 28 litri sono molto convenienti per un tour di un giorno. Se riesci a cavartela con poco bagaglio, puoi usarlo per attraversare il rifugio.

Il design sportivo è disponibile in giallo, nero e blu con accenti di colore a contrasto che rendono il funzionamento più intuitivo.

Volume: 28 L | il peso: 1023 gr. | Dimensioni: 60 x 30 x 18 mm | Materiale: Nylon twill (plastica + cotone)

Zaino da arrampicata più leggero: Mammut Trion Light 28

Cosa ci piace:

  • modello molto leggero
  • Contatto posteriore con imbottitura in schiuma per mobilità e comfort
  • varie opzioni di fissaggio (ad es. per funi)
Cosa non ci piace:

  • nessuna copertura antipioggia inclusa.

Come specialista dell’arrampicata, il Mammut Trion Lite è anche molto adatto per l’escursionismo e tutti i tipi di gite di un giorno.

Naturalmente, il Trion Light è dotato di tutti gli accessori necessari per sci, piccozze e bastoncini da trekking. Particolarmente evidenti sono i supporti per le corde da arrampicata sulla parte superiore dello zaino. Con questo zaino puoi portare con te tutto il necessario per una giornata in montagna.

Se sei meno interessato alla stabilità e più alla flessibilità, puoi anche rimuovere il rinforzo posteriore e l’imbottitura della cintura dell’anca, che, secondo Mammut, pesa 590 grammi per uno zaino vuoto.

Volume: 28 L | il peso: 700gr. | Dimensioni: 48 x 23 x 28 mm | Materiale: 100% poliammide

Robusto compagno di escursioni con spazio di stivaggio: Gregory Float Zulu 40

Cosa ci piace:

  • Caricatore dall’alto e caricatore frontale
  • Sospensione FreeFloat per una vestibilità comoda
  • Copertura antipioggia inclusa
  • Cerniera a U per uno scarico rapido

Cosa non ci piace:
Non siamo riusciti a trovare un punto negativo.

Il Gregory Zulu 40 ha un sistema di trasporto stabile ma flessibile con rinforzo in fibra di vetro, che si adatta ai tuoi movimenti durante la corsa, e una rete posteriore aperta per una schiena fresca. Anche le alette lombari sono stabili e si muovono con te quando corri. Lo zaino è disponibile in due versioni: lo Zulu 40 da uomo e il più piccolo Jade 38 da donna.

Puoi riporre la tua crema solare o il tuo cellulare nelle pratiche tasche per le pinne dei fianchi e ovviamente ci sono degli anelli sullo zaino a cui puoi attaccare la piccozza o i bastoncini da trekking. Si carica lo zaino tramite una cerniera a forma di U sopra lo zaino.

C’è un pensiero progettuale risolutivo in Gregory Zulu. Perché le cinghie di compressione passano attraverso le tasche laterali e dietro il Borse, un’area problematica comune su molti zaini.

Caratteristiche speciali: una fibbia della cintura ha un fischietto di sicurezza integrato. Inoltre, una vescica di idratazione di Gregory può essere acquistata separatamente, ma si adatta perfettamente al supporto.

Volume: 40 L | il peso: 1340 gr. | Dimensioni: 63 x 23 x 35 mm | Materiale: Poliammide, poliestere

Zaino da trekking con grande comfort: Osprey Talon 44

Cosa ci piace:

  • sistema di schienale regolabile in altezza
  • Accesso dall’alto e dal basso – Caricatore dall’alto con accesso dal basso
  • tasche aggiuntive sulla parte superiore e inferiore
  • due taglie

Cosa non ci piace:
Non siamo riusciti a trovare un punto negativo.

A causa della costruzione stretta e del sistema posteriore semirigido, il peso grava direttamente sul corpo. Puoi facilmente sollevare molto con l’artiglio. Una copertura antipioggia non è integrata. Quindi è meglio acquistare una copertura antipioggia aggiuntiva. Il materiale della tomaia è già relativamente impermeabile all’acqua.

Se cammini a lungo con uno zaino, sentirai la posizione dei cuscini sulla schiena. Sul Talon 44, l’imbottitura posteriore si fonde con la cintura lombare. Di conseguenza, c’è meno pressione sulle aree.

Con il Talon, Osprey ha quasi creato un classico. Il motivo a fiamma riflettente e sottile può essere visto da lontano.

Volume: 44 L | il peso: 1160 gr. | Dimensioni: 67 x 30 x 33 mm | Materiale: Nylon

Compagno di escursioni affidabile dalla Svezia: Fjällräven Abisko Friluft 45

Cosa ci piace:

  • elevato comfort
  • sistema di trasporto rigido ma stabile
  • costruzione semplice
  • Parte posteriore in rete per la ventilazione della schiena
Cosa non ci piace:

  • nessuna copertura antipioggia inclusa.

Grazie al cotone utilizzato, gli zaini Fjällräven hanno un aspetto e una sensazione particolarmente naturali. Per i materiali naturali lavorati cotone e legno (nel telaio), gli zaini sono sorprendentemente leggeri. La combinazione di caricatore dall’alto e caricatore frontale con cerniera ti offre un accesso rapido e sicuro ai tuoi bagagli. Ciò è particolarmente utile se, ad esempio, vuoi portare con te la fotocamera.

L’Abisko è dotato di alette lombari leggermente più piccole, che gli conferiscono un po’ meno stabilità.

Volume: 45 L | il peso: 1600 gr. | Dimensioni: 68 x 30 x 33 mm | Materiale: Tessuto misto in cotone idrofilo e poliestere riciclato

Il classico dell’escursionismo in “leggera”: Deuter Aircontact Lite 40 + 10

Cosa ci piace:

  • modello collaudato
  • secondo il produttore “indistruttibile”
  • coperchio regolabile in altezza (ideale per più giorni)
  • Contatta indietro con un sofisticato sistema di ventilazione

Cosa non ci piace:
Non siamo riusciti a trovare un punto negativo.

Se apprezzi davvero il comfort e una sensazione di leggerezza con un bagaglio più grande, Aircontact Lite è la scelta giusta per te. I robusti ed estensibili imbottiture per l’anca forniscono un buon supporto e aiutano con la distribuzione del peso. Può valere la pena prendersi il proprio tempo per adattarsi: dalle alette lombari alla fascia toracica fino all’altezza della schiena, lo zaino è completamente regolabile individualmente.

Lo zaino da trekking di Deuter è dotato di tutte le caratteristiche immaginabili. Naturalmente è possibile integrare un sistema di abbeveraggio. L’altezza del coperchio è regolabile in modo che la dimensione possa essere regolata in base alla lunghezza della tua escursione.

Volume: 40 + 10 L | il peso: 1680 gr. | Dimensioni: 74 x 26 x 22 mm | Materiale: 100% poliammide

consulente

È facile perdere traccia delle cose tra zaini, zaini, zaini, zaini da tracciamento e zaini da montagna. Sebbene la maggior parte degli zaini sia molto diversificata, ogni forma e dimensione è ottimizzata per un’attività specifica. È quindi molto utile se sai esattamente cosa vuoi fare con lo zaino prima di prendere una decisione di acquisto.

Qui puoi trovare tutto ciò che dovresti sapere sugli zaini da trekking. Hai la garanzia di trovare un modello adatto a te e alle tue esigenze.

Zaino da trekking: qual è la taglia giusta?

Per determinare la taglia giusta per il tuo zaino, dovresti ovviamente essere chiaro sulle attività per le quali vuoi utilizzare lo zaino e cosa vuoi effettivamente portare con te.

Per una gita di un giorno con un cambio di vestiti e uno spuntino, è facilmente sufficiente uno zainetto con una capacità di circa 20 litri. Se si tratta di un tour più impegnativo e più lungo, può essere appropriato uno zaino da turismo o da viaggio fino a 50 litri.

  • Zaino Tages: ca. 10-36 litri
  • Zaini da tour: ca. 20-50 litri

Le specifiche delle dimensioni dei rispettivi produttori nel senso di M / L o S / M sono spesso comprensibili intuitivamente. Ma se vuoi classificarli in modo più preciso, è meglio saperne di più sul sito Web del produttore.

Come deve adattarsi lo zaino da trekking?

Uno zaino da trekking dovrebbe essere posizionato in modo tale che il peso sia ben distribuito sulla schiena e il baricentro sia il più vicino possibile al corpo. Per fare ciò, tiri lo zaino saldamente contro il tuo corpo. La distanza dalla schiena può essere variata un po’ più tardi utilizzando gli spallacci. Per gli zaini con cintura in vita, il peso principale dovrebbe essere sulla cintura in vita. Anche se alcuni zaini sono regolabili in altezza, dovresti assicurarti che la lunghezza dello schienale sia corretta al momento dell’acquisto.

Consiglio: Se acquisti lo zaino in un negozio, assicurati di provarlo. Appesantiscilo con alcuni libri e aggiustalo mentre lo indossi sul tuo corpo!

Quali sono i criteri di acquisto più importanti per gli zaini da trekking?

La cosa più importante è che lo zaino ti piaccia personalmente! Per la parte pratica della decisione di acquisto, abbiamo messo insieme per voi questi criteri di acquisto:

Quanto dovrebbe essere riposto nel tuo zaino da trekking? Sono solo vestiti per un giorno e un po’ di attrezzatura? Oppure hai molta attrezzatura e vuoi fare viaggi più lunghi?

Tieni anche presente che avrai bisogno di vestiti più spessi per cambiarti per lo stesso tour in inverno. Di solito 25 litri sono sufficienti per una gita di un giorno. In estate invece se ne può stivare di più a ponente fino a un volume di 25 litri.

Consiglio: I principianti spesso tendono ad acquistare uno zaino troppo grande. Per stimare meglio il volume, puoi immaginarlo sotto forma di cartoni del latte (1 litro = un cartone del latte).

Divisione scomparti

A seconda delle dimensioni e del sistema di riempimento, la suddivisione degli scomparti è molto diversa. Con gli zaini, ad esempio, uno scomparto per notebook non è raro. Certo, devi prestare attenzione alla tappezzeria appropriata. Naturalmente, molte tasche e divisioni sono super pratiche per tenere tutto in ordine tra tutti i bagagli.

Tuttavia, dovresti sempre tenere presente che le suddivisioni si sommano rapidamente e aumentano il peso dello zaino stesso.

Se sei un purista, dovresti cercare il minor numero di “fronzoli” possibile. Il principio per gli scomparti interni è: “Moderatamente molti”.

Consiglio: Puoi anche aggiungere piccole borse al sistema di organizzazione dello zaino.

Tasche esterne

Molti zaini progettati per alpinisti o scalatori hanno una tasca piatta e aperta per i ramponi sul retro. Questo può essere utilizzato anche per altre cose che possono essere raggiunte rapidamente, come una giacca antipioggia leggera o piccoli snack.

La rete esterna per la borraccia è ovviamente un must, soprattutto per gli zaini. Nel complesso, tuttavia, sconsigliamo di mettere troppo nelle tasche esterne o superiori, poiché ciò può portare a una distribuzione del peso sfavorevole.

In ogni caso, assicurati di portare il peso il più compatto possibile sul tuo corpo.

Tasche per cintura sui fianchi

Le tasche della cintura dell’anca richiudibili sugli zaini più recenti sono incredibilmente popolari. Qui puoi riporre il tuo cellulare per le emergenze, ma anche altri piccoli oggetti, come la tessera del Club Alpino o qualche soldo per il prossimo rifugio, a portata di mano.

Cinghie di compressione

Se in realtà vuoi iniziare in piccolo, ma forse hai già la sensazione che sarai attratto da avventure più grandi in futuro, le cinghie di compressione ti aiuteranno a ridurre all’essenziale uno zaino leggermente più grande.
Puoi anche usare oggetti come Attacca loro dei bastoncini da trekking o da trekking.

Cinghie di fissaggio

Puoi attaccare i tuoi bastoncini da trekking, trekking o sci alle cinghie a forma di anello.

Consiglio: Avvolgi l’anello attorno ai tuoi bastoncini a forma di otto. Quindi hanno una presa migliore.

Sistema di riempimento

Anche con zaini un po’ più grandi, la questione del sistema di riempimento è fondamentale per l’utilizzo dello zaino.

Toploader

Lo zaino si apre e si chiude con una tracolla e una patta nella parte superiore. Questa variante è la più comune per gli zaini da trekking e da trekking. Nel coperchio di solito c’è una tasca per piccoli oggetti a cui è necessario un rapido accesso.

Caricatore frontale

Apri lo zaino con una cerniera sul lato rivolto verso la parte posteriore. Questa variante è tipica per zaini e zaini più piccoli.

Caricatore arretrato

La cerniera per aprire si trova sulla superficie che si trova contro la parte posteriore. Troverai questa variante soprattutto negli zaini appositamente progettati per gli sport invernali.

Questa tabella mostra i vantaggi e gli svantaggi dei diversi sistemi di riempimento.

Sistema di riempimento vantaggi svantaggio
Toploader
  • nessuna cerniera
  • nessun peso extra
  • meno incline ai difetti
  • spazio di stivaggio aggiuntivo grazie alla borsa estraibile
  • Tasca sul coperchio
  • spesso noiosa ricerca di oggetti all’interno
Caricatore frontale
  • facile accessibilità in fase di apertura
  • Sdraiato sul lato della cintura durante l’apertura
  • Lo spazio di archiviazione di solito non è espandibile
  • peso a vuoto aggiuntivo tramite cerniera
Caricatore arretrato
  • facile accessibilità in fase di apertura
  • sdraiato sulla schiena quando si apre
  • Lo spazio di archiviazione di solito non è espandibile
  • peso a vuoto aggiuntivo grazie alla cerniera
  • Sistema di trazione

Prima dell’invenzione dello zaino, le persone si legavano ancora sulla schiena dei telai di legno, i cosiddetti Kraxen. Fortunatamente, oggi siamo molto più a nostro agio lì.

Rete posteriore

A causa della parte posteriore in rete, lo zaino da trekking non si trova direttamente sul retro. C’è invece una rete sul retro che ti abbraccia comodamente. Lo zaino è curvato come una banana in modo che la schiena possa essere ben ventilata e il sudore non si accumuli. Di conseguenza, la parte posteriore in rete è ovviamente meno consigliata in inverno. Gli zaini progettati in modo intelligente posizionano ancora il baricentro il più vicino possibile alla schiena grazie alla loro forma.

La parte posteriore in rete è particolarmente utile per zaini più piccoli con bagagli da 5 a 8 chilogrammi. Con un bagaglio più pesante, tuttavia, si consiglia di avere il peso più vicino alla schiena.

Contatta indietro

Con più di 8 chilogrammi di contenuto, ha perfettamente senso portare il peso dello zaino vicino al corpo in modo da sentire il minor sforzo possibile e mantenere al meglio la mobilità.

Un buon zaino – e soprattutto il back contact – è solitamente rinforzato con plastica o alluminio. In genere consigliamo l’alluminio qui perché è semplicemente molto più stabile. Ma ci sono anche modelli con legno, che possono anche funzionare.

Un problema con il contatto con la schiena è l’aumento della sudorazione. Ma alcuni marchi hanno escogitato sofisticati sistemi di ventilazione che riducono il più possibile la temperatura nella parte posteriore.

Escursioni in gruppo con uno zaino da trekking

C’è lo zaino da trekking giusto per tutti. Il comfort dello zaino è fondamentale per il tuo fattore divertimento.

Comfort

Il vero comfort in uno zaino è il fattore decisivo che rende possibile l’escursionismo come un modo divertente per trascorrere il tempo libero. Anche la dimensione può essere importante: per essere comodo, uno zaino dovrebbe essere abbastanza grande o abbastanza piccolo per te, indipendentemente dal volume. Se la taglia è giusta, dovresti prestare attenzione a questi fattori:

Spalline

Lo zaino dovrebbe distribuire il peso nel modo più uniforme possibile, soprattutto sulle spalle. Tuttavia, le spalline più larghe assicurano anche più sudore e sono troppo strette per alcuni.

Gurtsystem

Qualsiasi personalizzazione nel sistema di cintura lo rende più comodo da indossare. Ma troppe cinghie possono anche creare confusione. È meglio pensare a come andrai d’accordo con il sistema prima di acquistare.

Nel caso di modelli di qualità inferiore, le cinghie possono scivolare attraverso i loro supporti. Dovresti prestare attenzione a questo.

Importante: Non appena il peso aumenta un po’, dovrebbe essere principalmente sui fianchi!

Cintura

Posiziona la cintura dell’anca in modo che i cuscinetti per l’anca siano centrati sulle ossa dell’anca. Poiché la maggior parte del peso grava su di esso, dovresti dare importanza a pinne lombari larghe e stabili. È anche importante che le pinne dell’anca siano sufficientemente lunghe in modo che svolgano davvero il loro lavoro di protezione del bacino. Su alcuni modelli, le alette lombari possono essere ripiegate nelle tasche previste a tale scopo.

Utile anche un fissaggio estremamente stabile e rigido delle alette lombari allo zaino. È qui che risiede la maggior parte del peso. Ma ancora una volta devi stare attento che questo attaccamento non ostacoli il movimento dell’anca durante la corsa. Ci sono anche pinne lombari appositamente adattate ed elastiche per i tipi di figure femminili.

Fascia toracica

La fascia toracica dovrebbe essere larga circa tre dita sotto la clavicola sul corpo. Anche la stabilità e la solida lavorazione sono importanti per la fascia toracica. La tappezzeria e la regolazione in altezza possono aumentare enormemente il comfort, soprattutto per le donne.

Escursionismo con uno zaino da trekking

Porta il tuo zaino nel modo che preferisci!

Materiale

La scelta del materiale dipende principalmente anche da cosa si vuole effettivamente fare con lo zaino da trekking. Lo zaino sarà esposto a condizioni meteorologiche avverse? Il tuo zaino dovrebbe essere particolarmente leggero e pratico, o forse incarnare il tuo stile di vita personale?

  • Poliestere

    Il tessuto in plastica resistente allo strappo e all’abrasione è un po’ meno stabile del nylon, ma resistente ai raggi UV e più rispettoso dell’ambiente. Lo troverai soprattutto negli zaini di piccole e medie dimensioni.

  • poliammide

    La poliammide è un tessuto plastico. È riciclabile, molto leggero e sostanzialmente idrorepellente perché non assorbe acqua. Il poliammide è più elastico e resistente allo strappo del poliestere, motivo per cui viene spesso utilizzato per l’abbigliamento sportivo.

  • Nylon

    Il tessuto in nylon è costituito da fili di poliammide ed è molto resistente agli strappi. Inoltre è molto resistente all’abrasione. È disponibile in diverse densità e pesi, quindi può essere utilizzato per diverse parti dello zaino. Il nylon può essere relativamente impermeabile, ma non rivestito non è impermeabile e anche più difficile da rivestire.
    Una forma speciale di nylon è il nylon Cordura, che è ancora più resistente allo strappo.

Istruzioni per la cura: Di norma, ogni zaino moderno è dotato di un rivestimento che lo rende idrorepellente per le piccole docce. Quindi per favore non mettere lo zaino in lavatrice. Questo danneggia enormemente il rivestimento.

  • Manager

    Per gli sport outdoor, la pelle è decisamente fuori moda perché è relativamente pesante e va curata. Tuttavia, se ti piace il look vintage e stai cercando uno zaino robusto di piccole e medie dimensioni, troverai anche modelli economici con questo materiale. Un altro vantaggio è che l’usura, che si verifica sempre nel tempo, sembra più elegante e più attraente con la pelle che con la plastica.

  • Tessuti misti

    La maggior parte dei tessuti misti sono realizzati in poliestere e cotone. Ma ci sono anche versioni con poliestere e canapa. La variante in tessuto misto è particolarmente interessante per te se presti attenzione all’ambiente al momento dell’acquisto, ma allo stesso tempo non vuoi rinunciare alla leggerezza e alla resistenza allo strappo del poliestere.

  • Cotone cerato

    Il puro cotone è utile solo per gli zaini più piccoli a causa della sua minore stabilità. Il trattamento con cera rende lo zaino idrorepellente all’impermeabilità. Tuttavia, deve essere rinnovato più e più volte a seconda dell’uso. Puoi trovare suggerimenti su questo argomento su vari blog.

  • X-Pac

    Questo laminato è stato originariamente utilizzato per la tela ed è ora utilizzato da alcuni produttori per gli zaini. Composto da diversi strati, non è solo incredibilmente resistente agli strappi e impermeabile, ma è anche molto leggero.

  • Di legno

    “Come? Torna all’ultimo Secolo?”
    Da qualche anno, infatti, il produttore svedese Fjällräven ha ricominciato a sviluppare telai in legno di betulla. In realtà funziona per zaini più grandi e potrebbe essere interessante se vuoi concentrarti sulla sostenibilità. Uno svantaggio, tuttavia, è che i telai sono un po’ più pesanti delle versioni in alluminio.

Zaino da trekking in pelle

Preferisci sportivo o tradizionale? Trova la tua combinazione personale di stile, peso e durata con il materiale.

Peso vuoto

A seconda delle dimensioni e del materiale dello zaino, il peso a vuoto varia solitamente tra 0,6 e 2,5 kg. Anche se la regola generale è quella di avere il minor peso a vuoto possibile, non dovresti assolutamente trascurare la qualità del sistema di trasporto.

Un carico leggermente più grande può essere più facile da trasportare se distribuito correttamente.

Interessante: Gli escursionisti ultraleggeri hanno il compito di ridurre al minimo assoluto sia il peso a vuoto che il peso totale. Dietro questo c’è la filosofia personale di modificare gli zaini da soli, ma spesso anche prodotti molto costosi.

Durata

Con il materiale dovresti assicurarti che sia il più resistente possibile all’abrasione. Il nylon batte il poliestere in termini di resistenza, ma si sbianca più facilmente.

La caratteristica di qualità più importante sono solitamente le cuciture. Le cuciture sfilacciate e i fili penzolanti sono segnali di allarme che dovresti mettere giù lo zaino in mano. Le cuciture spesso fanno la differenza tra classi di prezzo e qualità.

Consiglio: Puoi determinare la qualità del materiale con il buon senso quando lo raccogli.

Impermeabilità

Ultimamente i reparti ricerca dei vari brand sono riusciti a rendere gli zaini sempre più impermeabili. Indipendentemente dal materiale, le cuciture e le cerniere sono sempre il punto in cui l’acqua entra al massimo.

Se vuoi evitare ciò, hai bisogno di uno zaino con cinghie di plastica appropriate che sigillano di conseguenza le aree sensibili. Questo può certamente essere trovato sul mercato, ma è sempre associato a un prezzo significativamente più alto e, naturalmente, si riflette anche nel peso.

Il materiale idrorepellente o impermeabile può comunque essere utile se il tempo in montagna cambia di nuovo spontaneamente e non puoi indossare il parapioggia.

Regenhulle

La variante più pragmatica qui è quella di avere con sé una semplice copertura antipioggia. Spesso viene riposto in modo permanente oppure puoi riporlo, ad esempio, all’interno del coperchio o nella tasca dei ramponi dello zaino.

Per alcuni marchi famosi, ora è possibile acquistare anche una copertura antipioggia aggiuntiva. Fondamentalmente, è meglio assicurarsi che sia incluso nello zaino.

“Impermeabile” invece di “idrorepellente”

La tenuta è misurata in “mm di colonna d’acqua”. Ciò significa la pressione necessaria prima che la prima goccia penetri nel tessuto. I materiali con impregnazione o simili con un valore misurato inferiore a 800 mm-1.000 mm di colonna d’acqua sono considerati “idrorepellenti”. Tutto quanto sopra è almeno ufficialmente impermeabile. Ma se davvero cadi sotto una pioggia forte o persistente, la linea guida è di 25.000 mm.

Nota: il produttore spesso non indica l’impermeabilità della copertura antipioggia in dotazione. Se hai intenzione di fare un’escursione in sicurezza in caso di pioggia battente, ti consigliamo una copertura antipioggia extra.

Zaino da trekking e parapioggia

Una copertura antipioggia è indispensabile anche per i tour meno estremi. Perché, soprattutto in montagna, il tempo può cambiare in qualsiasi momento.

Qual è la differenza tra zaini da trekking per uomo e donna?

La dimensione

La differenza più evidente, oltre ai colori spesso diversi, è l’altezza della parte bassa della schiena degli zaini da trekking da donna. Questo dovrebbe tenere conto della dimensione corporea media più piccola delle donne. Poiché le dimensioni del corpo individuali differiscono enormemente, dovresti interpretare questa classificazione più come una raccomandazione.

Per le donne più alte spesso può avere senso posizionare semplicemente uno zaino da uomo un po’ più in basso. Al contrario, ci sono anche uomini che vanno d’accordo con le taglie femminili. È importante che lo zaino si adatti alla tua schiena nel modo più preciso possibile.

La cintura dell’anca

Un altro fattore che ora viene preso in considerazione è che molto spesso le donne hanno un bacino più ampio che si muove più avanti e indietro quando corrono. Ciò richiede cinture fianchi forti e lunghe, ma allo stesso tempo delicate e, nel migliore dei casi, un’articolazione mobile nel sistema di trasporto.

Il sistema della spalla

La tracolla può spesso causare un fastidioso attrito nell’area dell’ascella per le donne, motivo per cui una forma a S più forte può essere utile qui. Poiché le donne hanno in media le spalle più strette, il sistema di spalle non dovrebbe essere troppo largo. Su alcuni modelli anche il sistema a spalla è intercambiabile.

Zaino da trekking per donna

Ognuno può trovare lo zaino da trekking giusto per sé.

Esistono anche zaini da trekking per bambini?

Tra le taglie più piccole ci sono ovviamente gli zaini da trekking per bambini e quelli realizzati appositamente per i bambini.

Tuttavia, raccomandiamo che i bambini diano loro solo un carico minimo e solo se lo desiderano. Il carico di peso continuo può compromettere la crescita ed essere dannoso per il bambino.

Quali marche producono zaini da trekking di qualità?

  • Deuter

    La tradizionale azienda tedesca è stata originariamente fondata nel 1898 come “tessitura meccanica di tela e lino” ed è stata leader di mercato nel campo degli zaini da trekking per diversi anni. Deuter produce in Asia, ma presta più attenzione di altri produttori di tessuti al trattamento equo dei dipendenti. Le diverse vestibilità sono speciali per Deuter:

    • SL (Slim Line) è particolarmente adatto per un’anatomia femminile grazie alla sua schiena più corta, agli spallacci più stretti e soprattutto ai fianchi.
    • EL (Extra Long) è una variante per dorsi lunghi.
  • Vaude

    Come marchio, Vaude è particolarmente impegnato nella consapevolezza ambientale e, come Deuter, ha ottenuto il certificato “Bluesign”. Gli zaini moderni e minimalisti sono generalmente caratterizzati dalla loro leggerezza e dal grande comfort.

    Informazioni: “Bluesign” è un sigillo olistico. Definisce linee guida e valori limite per materiali, sostanze e metodi di produzione sensibili all’ambiente e alla salute.

  • Jack Wolfskin

    Il marchio outdoor con la sua gamma di prodotti particolarmente ampia e il logo iconico è diventato quello che è probabilmente il marchio outdoor più noto in Germania in un tempo relativamente breve. Grazie al suo team creativo e innovativo, Jack Wolfskin detiene numerosi brevetti ed è ora all’avanguardia in termini di vantaggi per l’utente, praticità e funzionalità.

  • mammut

    Questo marchio mantiene ciò che promette il mammut indistruttibile nel logo. Puoi contare sulla stabilità con i loro zaini. L’azienda svizzera esiste ormai da oltre 150 anni e originariamente iniziò come produttore di funi. Il marchio produce anche corde da arrampicata e si concentra sui prodotti sportivi.

  • Falco pescatore

    L’azienda canadese con il logo Osprey si concentra esclusivamente sugli zaini e si distingue per la sua garanzia particolarmente generosa e un servizio di riparazione con le proprie stazioni di riparazione in Europa. Osprey utilizza anche materiali riciclati e ricicla anche i propri prodotti quando non possono essere riparati o riutilizzati.

  • Quechua

    Il marchio outdoor francese è sinonimo di design moderno ed ergonomico. Interessante è anche l’ottimo rapporto qualità-prezzo con l’alta qualità.

  • Fjällräven

    Nel marchio svedese Fjällräven, la consapevolezza ambientale non si riflette solo nella produzione e nell’uso di prodotti sostenibili, ma anche in termini di aspetto. La volpe delle nevi rannicchiata nel logo e il design chiaro non solo fanno battere forte il cuore degli ambientalisti. Sebbene Fjälläven sia meglio conosciuto in Germania per l’iconico zaino Kajka per tutti i giorni e multifunzionale, vanno segnalati anche gli zaini da esterno e da trekking.

  • SALEWA

    Quando fu fondata nel 1935, Salewa era ancora sinonimo di selle e pelletteria. Finora ancora un perdente, Salewa è stata in grado di affermarsi dal 1955 con lo zaino ANDEN, che ha goduto di un’enorme popolarità ed è stato indossato prima da Herrmann Huber e successivamente da Reinhold Messner.
    Oggi SALEWA ha sede in Italia e continua a sviluppare prodotti per esterni innovativi e di alta qualità.

  • Lowe Alpine

    L’esperto di zaini si distingue per lo sviluppo di propri sistemi di trasporto particolarmente comodi e rinfrescanti.

  • Prodotti Gregory Mountain

    L’azienda americana di Saltlake City, nello Utah, è stata fondata nel 1977 da Wayne Gregory. Sono particolarmente orgogliosi delle versioni del modello specifiche per genere e del sistema di trasporto che accompagna l’escursionista quando corre.

Tour in montagna con zaini da trekking

C’è lo zaino giusto per ogni tour.

Dove posso acquistare uno zaino da trekking?

Quanto costa uno zaino da trekking?

Prima di pensare a quanto vuoi spendere per lo zaino, dovresti essere consapevole che uno zaino da trekking dovrebbe generalmente essere un investimento a lungo termine. Puoi goderti un buon zaino da trekking per molto tempo e, al contrario, uno zaino cattivo può rompersi rapidamente e causare molti problemi.

Pertanto, con un buon zainetto puoi contare su circa 70-100 euro per molte fantastiche gite di un giorno. Disponibile anche uno zaino da trekking più grande a 150 euro. Naturalmente, non ci sono quasi limiti alla vetta. Un professionista può spendere fino a 500 euro in uno zaino speciale con tante funzioni.

Zaino da trekking resistente alle intemperie

Quando scegli uno zaino, pensa a cosa vuoi provare con esso.

Accessori importanti per gli zaini da trekking

Molti zaini da trekking sono dotati di molti accessori, con altri devi comprare quello che ti serve. Pertanto, la considerazione di quali accessori desideri è essenziale quando acquisti il ​​tuo zaino e può anche svolgere un ruolo importante nel prezzo.

Copertura antipioggia aggiuntiva

Per la pioggia dovresti assolutamente avere una copertura che puoi mettere rapidamente su tutto lo zaino. Di solito è l’ideale se nello zaino è inclusa una copertura antipioggia. Se acquisti una copertura antipioggia, dovrebbe sicuramente essere in grado di racchiudere l’intero zaino all’esterno.

Zaino da trekking con e senza parapioggia

Il tuo zaino può sopportare un po’ di pioggerellina. Per tutto il resto di solito è necessaria la copertura antipioggia!

Assicurati inoltre che la copertura antipioggia possa essere facilmente fissata allo zaino con un elastico o dei bottoni automatici. Durante il fissaggio, è anche importante che la copertura non sia tesa su oggetti appuntiti come bastoncini da trekking.

Inoltre, la copertura antipioggia dovrebbe essere sicuramente “impermeabile” anziché “idrorepellente”.

Imbottitura per cintura in vita

Le imbottiture per cinturini possono spesso essere un’utile aggiunta al tuo zaino da trekking. Alcuni modelli non sono dotati di alette lombari sufficientemente lunghe. E a volte vuoi anche imbottire la cinghia nuda tra le pinne dell’anca.

Packbeutel

Gli zaini sono una soluzione interessante per ordinare il contenuto del tuo zaino. Ad esempio, puoi separare il bucato usato da quello fresco o riporre il sacco a pelo. Sono disponibili in diverse dimensioni e forme e consentono una divisione individuale rispetto agli scomparti interni.

Molte borse da imballaggio sono persino idrorepellenti e aiutano anche a risparmiare spazio grazie alla compressione.

Sistema di idratazione

Un sistema di idratazione può avere molti vantaggi. Si compone di uno Tubo per bere e uno
Sacca d’idratazione integrata nello zaino. Se il tuo zaino da trekking ha l’uscita appropriata, il tubo per bere viene fatto uscire dallo zaino attraverso di esso in modo che tu possa bere da esso in qualsiasi momento.

Bevi piccole quantità più regolarmente, il che è più sano e non devi sempre toglierti lo zaino per bere, il che può rendere il viaggio molto più rilassato.

Molti sistemi di idratazione possono contenere anche più contenuto delle tradizionali borracce: a seconda del modello, fino a tre litri. Il liquido relativamente pesante viene trasportato esattamente nel posto giusto: vicino al corpo anziché all’esterno nella rete.

Zaino da trekking con tubo per bere in uso

Rimani idratato! Con un sistema di idratazione, ti risparmi inutili depositi.

Molti sistemi per bere hanno un rivestimento all’interno in modo che la tua bevanda non abbia il sapore di plastica.

Se percorri lunghe distanze con il tuo zaino, o se vuoi semplicemente goderti il ​​comfort di un sistema di idratazione in generale, assicurati che ci siano cinghie per la sacca di idratazione e l’uscita più vicina possibile per il tubo di idratazione nello zaino.

Con il sistema di idratazione stesso, dovresti assicurarti che possa essere pulito facilmente. In altre parole: dovrebbe poter essere completamente smontato e avere una grande serratura. Anche una valvola di alta qualità è importante in modo che non ci siano perdite.

Borsa fotografica

E se volessi scattare alcune foto di paesaggi mozzafiato durante il tuo tour con lo zaino in spalla, o solo alcune foto di alta qualità a lato? Quindi la tua fotocamera deve essere ben riposta. Stringere le solite borse fotografiche nello zaino da trekking è più una soluzione temporanea qui.

Per proteggere la tua amata macchina fotografica, puoi anche prendere una borsa fotografica da mettere nello zaino. La maggior parte delle volte sono dotati di diversi scomparti imbottiti per obiettivi e filtri.

Tessitura (riparazione)

Se vuoi davvero andare sul sicuro e prepararti per un tour più lungo, puoi prendere in considerazione l’idea di procurarti un cinturino e delle fibbie di ricambio. Se hai uno zaino più vecchio, dovresti assolutamente pensarci prima di iniziare il tuo prossimo viaggio.

Panoramica del test dello zaino da trekking: quali zaini da trekking sono i migliori?

Qui puoi avere una panoramica dei migliori zaini da trekking per te.

Testmagazin Test dello zaino da trekking disponibile? Anno di pubblicazione Accesso libero Scopri di più
Stiftung Warentest, o equilibrio Sì, test dello zaino da trekking disponibile 2019 no Clicca qui
Eco test Sì, test dello zaino da trekking disponibile 2015 no Clicca qui
Konsument.at Sì, test dello zaino da trekking disponibile 2018 no Clicca qui
Ktipp.ch Sì, test dello zaino da trekking disponibile 2008 no Clicca qui
rivista all’aperto Sì, test dello zaino da trekking disponibile 2019 no Clicca qui
alpino Sì, è disponibile un test per gli zaini 2019 e Clicca qui
alpino Sì, esiste un test per gli zaini tuttofare 2018 e Clicca qui

Test dello zaino da trekking di Saldo per Stiftung Warentest

Stiftung-Warentest si basa attualmente su un test della rivista svizzera di informazione per i consumatori Saldo. Poiché il test è disponibile a pagamento, non possiamo elencare i risultati più tranquillamente qui. Stiftung Warentest lo rivela: il test si concentra su otto zaini da 22 a 30 litri.

Test dello zaino da trekking di Öko-Test

Öko-Test ha inviato al laboratorio 10 zaini con un volume da 24 a 30 litri. Il 60 per cento dei verdetti riguarda la prova pratica in laboratorio e il 40 per cento il carico inquinante degli ingredienti.

Il test degli inquinanti

Quali sostanze inquinanti possono esserci in uno zaino? Ora, per esempio, piombo dannoso per l’ambiente e, in alcuni casi, IPA cancerogeni. Un onere superiore al valore guida comporta una detrazione dei voti.

Innanzitutto la cosa rassicurante: cinque su 10 hanno ottenuto “buono”, quattro zaini anche nel test degli inquinanti. I “bravi ragazzi” erano tutti in una fascia di prezzo, quindi puoi scegliere il tuo preferito in questa fascia di prezzo senza esitazione.

Tuttavia, il piombo è stato trovato anche in altri due zaini, in due composti PAH e in uno di piombo e annilina, anch’esso sospettato di essere cancerogeno.

Il test pratico di Öko-Test

Qui, esperti esperti hanno esaminato gli zaini, li hanno misurati e li hanno associati alle consuete misurazioni del corpo. Il risultato: gli zaini sono pensati principalmente per persone di taglia piccola e media. Soprattutto le persone con il petto lungo hanno Problemi con le cinghie dell’anca e del torace troppo alte.

Outdoor-Magazin Wanderrucksack-Test 2019

La rivista per esterni imposta il volume per lo zaino ideale per il giorno e il fine settimana a circa 25 – 30 litri. 10 zaini sono stati testati in quest’area

Criteri importanti per l’outdoor

Il controllo dello zaino gioca qui un ruolo particolarmente importante. Lo zaino dovrebbe aderire il più possibile al corpo. I tester attribuiscono ulteriore importanza alla ventilazione e al fatto che è possibile trasportare più peso possibile nel modo più confortevole possibile.

Risultato

Se lo zaino si adatta, puoi camminare comodamente con uno qualsiasi dei modelli di prova, secondo Outdoor. Outdoor pensa che gli zaini con un ampio supporto per la schiena siano particolarmente stabili sulla schiena.

Test zainetto tuttofare di Alpin

Per questo test, Alpin ha affermato di aver testato nella pratica zaini con un volume da 18 a 25 litri. Sei persone hanno testato gli zaini per diversi giorni e poi hanno risposto a un questionario. Alpin ha precedentemente misurato il volume degli zaini con un metodo professionale e li ha pesati secondo gli standard del settore

Criteri importanti

Nei test all-rounder, l’accento è posto sul fatto che lo zaino è adatto a diverse attività, ad esempio escursionismo, alpinismo, o alpinismo e arrampicata o via ferrata. Anche la cintura lombare, la cintura per le spalle e la ventilazione sono esplicitamente prese in considerazione.

Risultato

I noti marchi non consentono di contestare i ranghi superiori. Molti zaini hanno un volume inferiore a quello misurato da Alpin, altri di più.

Test tuttofare di Alpin

Questi zaini possono essere utilizzati per un tour di un giorno e per un tour del fine settimana. Hanno una capacità compresa tra 28 e 35 litri. Secondo Alpin, i tester hanno utilizzato gli zaini in un tour di parkour e in escursioni e arrampicate. Per il test, Alpin ha pesato gli zaini e ne ha misurato il volume utilizzando un metodo professionale (borse di misurazione).

Criteri importanti

Oltre al peso, è stata prestata particolare attenzione alla facilità e rapidità di imballaggio e regolazione dello zaino. Anche il comfort e l’attrezzatura hanno giocato un ruolo importante.

Risultato

I vincitori del test sono principalmente caratterizzati da una combinazione di leggerezza, versatilità e funzionalità. I tester a volte hanno intralciato i grandi cuscinetti per l’anca durante l’arrampicata, anche con ottimi zaini. In generale, gli zaini hanno pregi e difetti molto diversi.

FAQ – Domande frequenti sugli zaini da trekking

Se vuoi saperne di più sugli zaini da trekking, risponderemo ad altre domande qui.

Come imballare correttamente lo zaino da trekking?

Il principio principale qui è: il peso deve essere vicino al corpo. Idealmente, riponi le cose di peso medio verso il basso, le cose pesanti nel mezzo e il più vicino possibile alla schiena e le cose più leggere.

Cosa c’è in uno zaino da trekking?

Nel complesso, il contenuto del tuo zaino dipende interamente dal tuo tour. Le cose che puoi davvero usare in ogni tour sono l’acqua e un cambio di vestiti. Non dovrebbe assolutamente mancare un kit di pronto soccorso di base e almeno un impermeabile leggero per le emergenze.

Per quali escursioni è sufficiente uno zaino da trekking?

Di norma, uno zaino da trekking fino a 50 litri è sufficiente per un tour da un giorno a un massimo di tre giorni. Da tre a cinque giorni, consigliamo uno zaino da trekking più grande. Per un giro della capanna della lunghezza puoi cavartela anche con meno.

Cos’è un buon zaino da trekking?

Un buon zaino da trekking distribuisce il peso in modo ottimale sul corpo. Per questo ha bisogno di una schiena rinforzata e di una cintura con imbottiture per i fianchi. È il più leggero possibile e ha un efficace sistema di ventilazione o un retro in rete aperta.

Ulteriori fonti

* Ci colleghiamo a negozi online selezionati e partner da cui potremmo ricevere un compenso. Come partner Amazon, guadagno da vendite qualificate


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.